Volkswagen Tuareg

Notiziario GIA: Meeting AIAT 2019

"Il motto AIAT è "Skill and Fun!", imparare e divertirsi. Ogni evento deve essere vissuto in un´atmosfera di festa."

_2017/Schermata 05-2458619 alle 11.49.42.png
photoo credits: Adriana Furno
L’annuale General Meeting dell’AIAT si è tenuto Domenica mattina 10 Marzo a Wroclaw, in Polonia. In apertura il rapporto ufficiale del Presidente Christian de Langlade e la presentazione del Calendario delle attività AIAT del 2019 da parte della Segretaria Linda Depaepe.
 
 
Il Presidente dell’AIAT, Christian de Langlade, apre l’Annuale Assemblea Generale con i ringraziamenti agli amici polacchi ed in particolare a Tadeus Kolacz, che si è tanto impegnato nella preparazione del Meeting, davvero interessante e ben organizzato.
 
 
Il primo pensiero è per gli amici scompars nell’ultimo anno: Gunzel Graf Von de Shulenburg, Josè Luis Velez Burrel e Maria Delgado. Dà il benvenuto ai rappresentanti dei quattordici paesi membri e a coloro, come i rappresentanti della Repubblica Ceca, venuti per conoscere e osservare le attività dell’AIAT.
 
 
Prima di tutto ringrazia Giudici e Delegati Tecnici, e tutti quelli che, a vario titolo, hanno messo a disposizione dell’AIAT le loro conoscenze e la loro efficienza gratuitamente sostenendo fattivamente l’Associazione nel corso dell’anno.
 
 
Il Presidente sottolinea le finalità dell’Association Internationale d’Attelage de Tradition, che sono quelle di preservare il patrimonio di carrozze e di far conoscere gli attacchi di Tradizione, organizzando eventi senza alcun fine di lucro e l’ossessione del denaro, che farebbe perdere l’atmosfera costruita in anni di amicizia e di passione comune.
 
 
 
Introduce alcune ulteriori considerazioni: *In alcuni paesi i Membri dell’AIAT si trovano in contrapposizione con Club o Associazioni altre, che addirittura copiano qua e là il Regolamento AIAT, pur facendo parte di Federazioni Nazionali.
 
 
Se si verificano incomprensioni o scontri fra i Membri e altre differenti associazioni nei singoli paesi, l’AIAT sta fuori da queste questioni nazionali, ma ribadisce che è uno e uno solo il rappresentate accettato e riconosciuto quale Membro AIAT per ogni Paese.

 
* Inoltre il Presidente invita a rimanere indipendenti e continuare ad organizzare eventi con lo spirito tradizionale dell’AIAT, che si deve tenere lontana da Federazioni nazionali o internazionali, in modo da non correre il rischio di perdere la sua propria filosofia, la caratteristica degli eventi e la propria  libertà.

 
*Per quanto riguarda le carrozze, l’AIAT accetta repliche nei Concorsi, ma applicando una piccola penalità a queste, perché la filosofia dell’Associazione è quella di preservare il patrimonio di carrozze d’epoca, grazie anche all’aiuto di abili restauratori.

 
*Precisa ancora una volta che gli eventi denominati Concorsi Internazionali e Nazionali di Tradizione (CIAT e CAT) e ATM (Sfilate, Raduni, Corsi, Passeggiate, Pic Nic) sono tenuti a rispettare esattamente il Regolamento AIAT, cosicché gli intervenuti, siano essi concorrenti o pubblico, sappiano che tipo di evento si sta svolgendo.
 
 
E’ necessario che ogni evento così denominato sia approvato dal Membro AIAT del Paese in cui si svolge.
 
 
Grazie all’esperienza accumulata – afferma Christian De Langlade – molti driver hanno fatto progressi, sia nell’arte di attaccare, che nella guida tradizionale; tutti i guidatori sanno che ci possono essere dei rischi, perciò è importante guidare in modo prudente e rispettando le regole per evitare incidenti.
 
 
Si nota un incremento degli eventi di anno in anno; questo significa che sono sempre più numerosi i guidatori prendono fiducia e si appassionano.
 
 
Infine conclude ringraziando Tadeus Kolacz e il Museo di Galowice, nonchè il Tesoriere e la Segreteria.
 
 
Un lungo applauso esprime il generale apprezzamento per la relazione del Presidente Christian De Langlade.


Da Enzo Calvi, photo credits Adriana Furno

Redazione
Fonte: GIA: Enzo Calvi

Commenti

ATTACCHI: leggi anche...

INSTAGRAM TAKİPÇİ SATIN AL UCUZ twitter TAKIPCI AL likit al