Nord Piave

Lo sapevate che... il Rinoceronte di Giava è a rischio di estinzione?

La causa principale della scomparsa di questa specie è il contrabbando: il corno di questo animale ha un valore elevatissimo sul mercato nero

_2017/rinoceronte_giava.jpg
Un esemplare di Rinoceronte di Giava in una foto del 1900 scattata probabilmente in India.
Il Rinoceronte di Giava, conosciuto anche come Rinoceronte della Sunda, è il rinoceronte più raro del pianeta.
 
Questo animale può raggiungere 4 metri di lunghezza, 1,7 metri di altezza al garrese e può arrivare a pesare fino a 2,3 tonnellate. È fortemente imparentato con il Rinoceronte Indiano (rispetto al quale è leggermente più piccolo): con questo animale condivide la caratteristica di possedere un singolo corno (a differenza degli altri rinoceronti che ne possiedono due). Il corno del Rinoceronte di Giava è lungo mediamente 25 cm, ma le femmine ne sono quasi sempre sprovviste
 
Una volta questo animale era uno dei Rinoceronti asiatici più diffusi e abitava Bangladesh, Myanmar, Thailand, Laos, Cambogia, Vietnam e, probabilmente, la regione più meridionale della Cina. La sua somiglianza con il Rinoceronte Indiano e con il Rinoceronte di Sumatra rende estremamente difficile stabilire con precisione l'origine di questo animale.
 
Esistono tre sottospecie del Rinoceronte di Giava: Rhinoceros sondaicus sondaicus, Rhinoceros sondaicus annamiticus, e Rhinoceros sondaicus inermis (quest'ultima dichiarata estinta).
 
Come nel caso di altre specie di rinoceronti, la causa principale della scomparsa di questo animale è il contrabbando. Il suo corno è un elemento preziosissimo della medicina tradizionale cinese (dove viene utilizzato come afrodisiaco) e sul mercato nero può arrivare a costare 30.000 dollari al kg, ovvero tre volte tanto il valore del corno del Rinoceronte Africano. Le popolazioni tribali dell'Indonesia credono che la pelle del Rinoceronte di Giava possa essere utilizzato come antidoto contro il veleno dei serpenti.
 
Il Rinoceronte di Giava è con ogni probabilità il grande mammifero più raro del pianeta. Per anni gli scienziati hanno creduto che la specie si fosse estinta negli anni 60 a causa del contrabbando e dell'utilizzo di bombe ed erbicidi utilizzati dagli USA nel corso della guerra del Vietnam. In natura esisterebbero infatti poche decine di esemplari (presenti esclusivamente nel Parco Nazionale di Ujung Kulon in Indonesia). Alcuni esemplari abitavano il Parco Nazionale di Cat Tien in Vietnam, ma l'ultimo esemplare è stato ucciso dai contrabbandieri nel 2010; l'anno seguente la specie è stata dichiarata ufficialmente estinta nel paese.

Redazione

Commenti

ANIMALI: leggi anche...