EcoPlus

L'ippica si ferma

L'epilogo della crisi super annunciata.

_2017/ippodromo_arcoveggio.jpg
Brutte notizie per chi lavora nel settore dell'ippica e per i cavalli allevati per le corse. E posso assicurare che non è un numero trascurabile. 

Siamo oramai all'epilogo della vicenda "ippica italiana", con le scommesse in calo drastico e conferme da un Governo che non si esprime. 
 
La crisi dell'ippica travolge oggi il solo comparto ma travolgerà in futuro tutti gli operatori e le aziende di settore equestre in generale.

Ben 14 Società di Corse, nella giornata di domenica 21 ottobre, hanno comunicato al MIPAAFT che si vedono costrette a sospendere l’attività inerente l’accettazione delle dichiarazioni dei partenti e la conseguente disputa delle giornate di corse. 


La chiusura dei blocchi di partenza andrà avanti a oltranza fin quando non verrà formalizzato il rapporto giuridico-economico con il Ministero secondo Legge, con conseguente pagamento delle spettanze maturate.

La sospensione dell’attività agonistica tutela anche il “montepremi” messo a rischio dagli scioperi già dichiarati. 

 

Si allega il comunicato ufficiale per lettura inegrale.

Eleonora Origgi
Fonte: redazione

Commenti

IPPICA: leggi anche...