Nord Piave

L'Associazione Mondiale di Buiatria e Boehringer Ingelheim annunciano i Ruminant Well-Being Award

• Il sostegno a questi premi biennali è un´ulteriore conferma dell´impegno di lungo termine di Boehringer Ingelheim per la salute animale;
• Il vincitore di ciascuna delle due categorie di premi riceverà 10.000 Euro.

_2017/boehringer-logo.jpg


_2017/Boehringer.jpg

Ingelheim, Germania, 16 marzo 2020

– Boehringer Ingelheim dimostra ancora una volta il proprio impegno di lungo termine nella attenzione alla salute e al benessere degli animali d’allevamento, oltre a sottolineare l’importanza del ruolo dei veterinari nel miglioramento continuo della salute dei ruminanti allevati per la produzione alimentare, con il proprio sostegno esclusivo ai premi biennali Ruminant Well-Being Awards, organizzati in collaborazione con l’Associazione Mondiale di Buiatria (WAB), ce verranno consegnati in occasione del prossimo Congresso Mondiale di Buiatria, a Madrid dal 27 settembre al 1° ottobre 2020
 
Sono previste due categorie di premi:
1.    il Ruminant Well-Being Research Award, e
2.    il Ruminant Well-Being Achievement Award
 
Ciascuna categoria prevede, per il vincitore, un premio di 10.000 euro, oltre al rimborso delle spese di viaggio per partecipare al Congresso e alla cerimonia di premiazione.
 


Ruminant Well-Being Research Award
Il premio in questa categoria, dedicato alla ricerca per il benessere dei ruminanti, sarà assegnato a un ‘neodottore’ di ricerca in scienze veterinarie, scienze animali o discipline affini, che verrà giudicato per essersi distinto nel contributo dato al progresso delle conoscenze scientifiche sul benessere di ruminanti in alcuni dei seguenti aspetti:
 
•    aver migliorato la comprensione dell’espressione del dolore e il riconoscimento del dolore e di altre forme di sofferenza negli animali da allevamento;
•    aver sviluppato metodi scientifici di misurazione del benessere animale, con potenziali applicazioni pratiche;
•    aver sviluppato su base scientifica, strategieche migliorano il benessere animale;
•    aver individuato soluzioni a problematiche oggetto di preoccupazione;
•    aver sviluppato metodi di cambiamento degli atteggiamenti e dei comportamenti umani per garantire un’adeguata attenzione e cura degli animali.


Ruminant Well-Being Achievement Award
Il premio in questa categoria sarà assegnato a un veterinario o ricercatore in scienze veterinarie, scienze animali o discipline affini per i risultati ottenuti nel progresso del benessere dei ruminanti allevati a fini produttivi, in alcuni dei seguenti aspetti:
 
•    aver migliorato la comprensione dell’espressione del dolore e il riconoscimento del dolore e di altre forme di sofferenza;  
•    aver sviluppato metodi scientifici di misurazione del benessere animale;
•    aver sviluppato metodi pratici di valutazione del benessere animale;
•    aver sviluppato strategie pratiche di miglioramento del benessere animale;
•    aver accresciuto la consapevolezza su questioni oggetto di preoccupazione;
•    aver coinvolto diversi stakeholder nella ricerca delle relative soluzioni;
•    aver cambiato atteggiamenti e comportamenti umani e conseguentemente promosso adeguata attenzione e cura;  
•    aver comunicato informazioni e proposto soluzioni in merito alle problematiche di benessere animale con coraggio e integrità.  
 
Il vincitore di ciascuna categoria verrà selezionato da un gruppo di esperti indipendenti sotto la guida di Xavier Manteca, Professore di Etologia Applicata presso l’Università di Barcellona e fondatore del Farm Animal Welfare Education Centre (www.fawec.org).
 
Il termine per la presentazione delle candidature è il 30 aprile 2020. Il modulo per la presentazione della candidatura e i criteri di partecipazione sono pubblicati sul sito di Boehringer Ingelheim dedicato al benessere degli animali d’allevamento: www.farmanimalwellbeing.com
 


Il nostro impegno
La scienza ha dimostrato le vaste implicazioni positive che derivano dall’avere animali d’allevamento non solo in salute, ma anche in condizioni di assenza di dolore e di benessere.

Noi di Boehringer Ingelheim crediamo che i veterinari svolgano un ruolo rilevante nel promuovere le migliori prassi d’allevamento e puntiamo a sviluppare e condividere le conoscenze scientifiche sul benessere animale, oltre ai benefici di un’efficace gestione del dolore per gli animali e gli allevatori, oltre a prassi d’allevamento responsabili rispondenti alle richieste che giungono dalla società.

Perché il benessere degli animali porta frutti.
 


Boehringer Ingelheim Business Unit Salute Animale
Boehringer Ingelheim è il secondo maggior operatore mondiale in ambito salute animale con un fatturato netto di quasi 4 miliardi di euro nel 2018 e una presenza in oltre 150 mercati.
 
I nostri 10.000 addetti con il loro lavoro quotidiano creano il futuro del benessere animale nel mondo.

Crediamo nella prevenzione prima delle terapie e ci dedichiamo a sviluppare soluzioni innovative in ambito vaccini, parassiticidi e terapeutici. Con il nostro ampio portafoglio di prodotti, strumenti e servizi avanzati di prevenzione e terapia aiutiamo i nostri clienti a prendersi cura della salute dei loro animali.
 
Per maggiori informazioni visitate la pagina: www.boehringer-ingelheim.com/animal-health/overview.
 
 

Boehringer Ingelheim
L’obiettivo di Boehringer Ingelheim, azienda farmaceutica basata sulla ricerca, è migliorare la salute delle persone e degli animali. 

Nel perseguire questo obiettivo si focalizza su quelle patologie per le quali ad oggi non esistono opzioni terapeutiche soddisfacenti, concentrandosi sullo sviluppo di terapie innovative che possano allungare la vita dei pazienti.

Nell’ambito della salute animale Boehringer Ingelheim si prodiga per una prevenzione avanzata.
 
Azienda a proprietà familiare sin dalla sua fondazione nel 1885, Boehringer Ingelheim è oggi una delle prime 20 aziende farmaceutiche al mondo. I suoi circa 50.000 addetti ogni giorno creano valore, attraverso l’innovazione, nelle sue tre aree di business: farmaceutici per uso umano, salute animale e biofarmaceutici.

Con un fatturato netto di circa 17,5 miliardi di euro nel 2018, Boehringer Ingelheim ha investito in ricerca e sviluppo una somma pari a quasi 3,2 miliardi di euro ovvero il 18,1 percento del fatturato netto.

 
Da azienda a proprietà familiare Boehringer Ingelheim ha una programmazione che abbraccia le generazioni, concentrandosi sul successo di lungo termine. L’azienda pertanto punta a una crescita interna basata su risorse proprie, e nel contempo è aperta a collaborazioni e alleanze strategiche nella Ricerca. In ogni sua attività, Boehringer Ingelheim è spontaneamente portata ad agire con responsabilità nei confronti dell’umanità e dell’ambiente.


Per maggiori informazioni visitate il sito www.boehringer-ingelheim.com o consultate il Bilancio all’indirizzo http://annualreport.boehringer-ingelheim.com.

 

IMPORTANTE:
Il presente comunicato stampa è stato emesso dalla Sede Centrale del Gruppo a Ingelheim, in Germania, ed è volto a informare sul nostro business a livello internazionale. Sappiate che le informazioni sullo stato di approvazione e le indicazioni dei prodotti approvati possono variare da Paese a Paese e potrebbero essere state diramate in un comunicato stampa specifico sull’argomento nei Paesi in cui operiamo.


 

Per maggiori informazioni visitate il sito www.boehringer-ingelheim.it

 

 

 

redazione


Fonte: Boehringer Ingelheim Italia SpA
Marina Guffanti - Comunicazione

Maria Luisa Paleari - Value Relations Srl

Commenti

BENESSERE: leggi anche...