Equidomus

Quando la riabilitazione equestre aiuta chi soffre di disturbo post-traumatico

Uno studio texano mostra come l'ippoterapia migliori le condizioni di vita dei veterani di guerra

In America un programma di ippoterapia è riuscito ad aiutare veterani di guerra che soffrivano di disturbo post-traumatico da stress (DPTS), ovvero dell'insieme delle sofferenze psicologiche che seguono un evento particolarmente violento.
 
Dei ricercatori texani hanno coinvolto 51 veterani in un programma di ippoterapia della durata di 8 settimane. La ricercatrice Beth Lanning, coadiuvata dai suoi colleghi della Baylor University, ha esaminato gli effetti dell'ippoterapia sulla qualità della vita degli individui che soffrono di DPTS.Il 76% dei partecipanti ha completato tutte le 8 settimane del corso: il risultato? 
 
Un sensibile calo dei sintomi legati al disturbo post-traumatico. Prima di cominciare il programma i veterani avevano infatti affermato di soffrire di depressione e di attacchi d'ansia, mentre alla fine hanno dimostrato di avere più fiducia in sé stessi e negli altri, di curare maggiormente le relazioni interpersonali e di avere in generale una maggiore vitalità.
 
A detta dei partecipanti, questo miglioramento della propria condizione è dovuto al rapporto che si è venuto a instaurare nel corso del tempo con il cavallo.

Redazione
Fonte: Horsetalk

Commenti

IPPOTERAPIA: leggi anche...