Equigomma

La "Fattoria degli Animali" di A.I.A. e del Sistema Allevatori a Milano e la biodiversità "Made in Italy"

Già dall'apertura di venerdì 5 luglio 2019 del "Villaggio Contadino" di Coldiretti nel capoluogo lombardo, la stalla allestita dagli allevatori italiani ha attirato un gran numero di visitatori, che hanno ammirato una significativa panoramica dell´inimitabile zootecnia del nostro Paese.
La visita del vicepresidente del Consiglio e ministro del Lavoro e Sviluppo Economico, Luigi Di Maio

Apertura con consueto “bagno di folla” per la “tre giorni” del “Villaggio Contadino” di Coldiretti a Milano, a Piazza del Cannone e nel Parco Sempione a ridosso del Castello Sforzesco, nel cuore del capoluogo lombardo.

 

Grande interesse e curiosità ha suscitato la “Fattoria degli Animali” allestita con la collaborazione di A.I.A. e del Sistema Allevatori, nella quale la consueta folla di visitatori ha potuto ammirare da vicino una significativa panoramica dell’inimitabile zootecnia del nostro Paese, con la sua ricca biodiversità.

 

Già dal primo mattino di venerdì 5 luglio (la manifestazione si chiude domenica 7 luglio), collegamenti in diretta con la trasmissione “Uno Mattina”, con il presidente nazionale di Coldiretti Ettore Prandini ad illustrare al pubblico i molti significati dell’iniziativa, inclusi gli animali della “Fattoria” A.I.A. con in particolare le varie razze asinine presenti, impegnate anche in attività dimostrative rivolte ai più piccoli.

 

Così come grande interesse hanno suscitato le altre attività di laboratorio organizzate dai tecnici del Sistema Allevatori, con al centro la divulgazione sull’alimentazione che viene data agli animali della fattoria, la “schiusa” delle uova con la nascita “in diretta” di alcuni pulcini, e la spiegazione delle caratteristiche delle diverse specie di conigli presenti.

 

Tra le numerose autorità che hanno partecipato alla inaugurazione del “Villaggio Coldiretti”, da segnalare anche quella del vicepresidente del Consiglio e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, che ha visitato la “Fattoria degli Animali” accompagnato dal presidente A.I.A. Roberto Nocentini, dal direttore generale Roberto Maddé e dai dirigenti dell’Organizzazione degli allevatori giunti a Milano da molte parti d’Italia.

 

Il ministro Di Maio si è soffermato a lungo con il presidente Nocentini, ascoltando il racconto della vita e del lavoro quotidiano degli allevatori, interessandosi sulle caratteristiche delle razze presenti, rilasciando autografi e facendosi fotografare con i molti giovani e giovanissimi in visita alla “Fattoria”, mostrando apprezzamento per l’impegno degli operatori in zootecnia.

 

 

Al “Villaggio Contadino di Coldiretti a Milano

 un Workshop sulle prospettive della filiera zootecnica

 

Confronto di alto profilo, nel pomeriggio di sabato 6 luglio 2019, tra rappresentanti di primo piano dell’Organizzazione professionale agricola, imprenditori e istituzioni.

 

Tra i tanti temi affrontati, “focus” sul lattiero caseario italiano e gli accordi con A.I.A. sulla certificazione del benessere animale

 

La seconda giornata al “Villaggio Contadino” di Coldiretti a Milano, apertosi  venerdì 5 e che si è concluso domenica 7 luglio 2019, ha visto tra le tante iniziative convegnistiche e di confronto tra i principali attori del settore primario nazionale lo svolgimento di un interessante Workshop  nel pomeriggio di sabato 5 luglio, sul tema “Prospettive della filiera zootecnica italiana e del settore lattiero caseario”.

 

Un dibattito di alto profilo, moderato dal responsabile Area economica Coldiretti Gianluca Lelli, che ha visto anche l’intervento istituzionale del sottosegretario al ministero dei Rapporti con il Parlamento e per la democrazia diretta Guido Guidesi.

 

Molti i temi trattati, dal sistema delle Dop, alle tutele per le Indicazioni Geografiche Protette, alle opportunità di penetrazione dei prodotti italiani all’estero, soprattutto nel lattiero-caseario, alla valorizzazione del sistema dei controlli realizzato nel Sistema Allevatori a favore di maggiori informazioni ai consumatori ed al mercato, con lo sviluppo di forme di economia circolare per il recupero e riuso dei residui di lavorazioni zootecniche.

 

Su questi ed altri importanti argomenti hanno portato il loro contributo di esperienza il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano Nicola Bertinelli, il presidente di Coldiretti Mantova ed alla guida del Consorzio Latterie Virgilio Paolo Carra, il presidente Ara Lombardia e neo vicepresidente A.I.A. Plinio Vanini, il vicepresidente Granarolo Spa Danio Federici, l’assessore all’Agricoltura e Sistemi Verdi della regione Lombardia Fabio Rolfi,

 

Un contributo al dibattito è stato portato anche da Luigi Scordamaglia, ad  Inalca e al vertice di Filiera Italia, tra i partner dei più recenti accordi in tema di certificazione del benessere animale avvalendosi della collaborazione dell’Associazione Italiana Allevatori.

 

I lavori, di fronte ad una folta platea di allevatori,  imprenditori del settore primario e dirigenti del Sistema Allevatori, tra i quali il presidente A.I.A. Roberto Nocentini e il direttore generale Roberto Maddé sono stati conclusi dal presidente nazionale di Coldiretti Ettore Prandini, che si è soffermato anche sui temi dell’internazionalizzazione, delle acquisizioni di aziende italiane da parte di gruppi esteri del potenziamento della disitintività del prodotto italiano, contro ogni tentativo di omologazione.

 

Milano, 5 e 6 luglio 2019

 

 

 

redazione
Fonte: Fonte: Ufficio stampa A.I.A.: Camillo Mammarella

Commenti

ALLEVAMENTO: leggi anche...

INSTAGRAM TAKİPÇİ SATIN AL UCUZ twitter TAKIPCI AL likit al