Cover Technology

Il Carosello dei Carabinieri a Cavallo e il Carosello dei ragazzi di Villa Buon Respiro chiudono Piazza di Siena

Un appuntamento che regala ai visitatori e agli affezionati del Concorso ippico di Piazza di Siena suggestioni particolari e sempre nuove emozioni

carabinieri-1(1).jpg villa-buon-respiro(2).jpg lancieri-2.jpg

Il Carosello del 4° Reggimento dei Carabinieri a Cavallo, il Carosello di Lance dei Lanceri di Montebello ed il Carosello dei ragazzi di Villa Buon Respiro.

 

Carosello dei Carabinieri

Un appuntamento che regala ai visitatori e agli affezionati del Concorso ippico di Piazza di Siena suggestioni particolari e sempre nuove emozioni è il Carosello dei Carabinieri che si svolge a conclusione dell’ultima giornata della manifestazione.


Si tratta di uno spettacolo unico al mondo, espressione della gloriosa e fiera tradizione equestre italiana. Con le doverose distinzioni, il ‘Gran Torneo’ del 22 aprile del 1842 in Piazza San Carlo a Torino, può essere ritenuto il progenitore dello spettacolo offerto dai Carabinieri a Cavallo a Piazza di Siena, ma il debutto nello scenario di Villa Borghese risale al 3 maggio del 1883, in occasione delle nozze tra Tommaso di Savoia con Isabella di Baviera.


La prima esibizione del Carosello, concepita quale magnifica cornice del Concorso ippico di Piazza di Siena, si svolge, invece, il 9 luglio del 1933, in occasione dei festeggiamenti del 119° anno della Fondazione dell’Arma. In quella importante parata le varie formazioni in campo indossarono ciascuna una divisa storica, dando così origine all’appellativo ‘Carosello Storico’.


Attualmente il Carosello si avvale di centoquarantacinque cavalli, comprendendo la fanfara, e conserva tutti i riferimenti alla sua virtuosa storia. Per Tale ragione non separa mai gli elementi spettacolari e coreografici dal motivo originario dell’impiego dei cavalieri negli antichi combattimenti.


Il momento conclusivo del Carosello, per molti il più esaltante, si chiude con la carica finale, a sciabole sguainate, quando i due squadroni in campo lanciati al galoppo, rievocano la storica carica dei Carabinieri di Pastrengo effettuata il 30 aprile del 1848, quando le sorti di una delle battaglie per la guerra per l’Indipendenza vennero decise dall’intervento risolutivo di tre squadroni di Carabinieri a Cavallo.


La storica esibizione conclude il Concorso ippico di Piazza di Siena e si svolge di sera quando le luci del tramonto calano sulla città eterna lasciando gli spettatori davanti a una visione ineguagliabile.



Carosello dei ragazzi di Villa Buon Respiro

Il Centro di Riabilitazione Equestre di Villa Buon Respiro nasce nel 1986 all’interno dell’omonima struttura sanitaria, specializzata nel recupero funzionale e sociale di persone colpite da minorazioni fisiche, psichiche e sensoriali. L’attività equestre è parte di un progetto medico scientifico multidisciplinare ed offre ai pazienti un’opportunità riabilitativa in più, grazie all’apertura verso il mondo esterno e l’integrazione sociale che caratterizza il suo modus operandi.


Il Carosello di Villa Buon Respiro, eseguito da cavalieri disabili e normodotati in completa armonia tra loro e i loro cavalli è l’esempio tangibile del successo della riabilitazione equestre. Ragazzi ed operatori lavorano con grande impegno per raggiungere l’esecuzione corretta delle figure scandite dalla musica oltre alla gestione e cura quotidiana che consente loro di instaurare con il cavallo una relazione ancora più profonda.


Il Carosello, da un punto di vista riabilitativo, rappresenta l’obiettivo raggiunto ed anche l’inizio di un nuovo percorso ricco di possibilità di crescita: è il momento in cui i pazienti si sentono protagonisti e partecipi. Integrazione, uguaglianza, pari opportunità per tutti, nessuno escluso come recita il motto del centro: “a cavallo siamo tutti uguali”. I ragazzi debuttano con il primo Carosello in occasione della Fiera Internazionale Tuscia Cavalli a Viterbo nel luglio del 1990.


Il successo è tale che da allora partecipano ad eventi legati al mondo del cavallo e della disabilità. Il Carosello è costituito da 16 binomi e un attacco; i cavalli sono di razza “haflinger” allevati e addestrati nel Centro. Piazza di Siena ha aperto le proprie porte alla solidarietà accogliendo dal 2004 sul proprio prestigioso campo il Carosello di Villa Buon Respiro, che tradizionalmente la domenica sera a conclusione dell’ultima giornata della manifestazione, tocca il cuore degli appassionati dell’equitazione, trasmettendo un messaggio intenso e significativo di impegno sociale ed amicizia, di uguaglianza e speranza.



Il Carosello di lance dei Lancieri di Montebello

Il Reparto a cavallo dei Lancieri di Montebello, unico reparto a cavallo dell’Esercito Italiano, in Grande Uniforme di Rappresentanza (modello di fine ‘800) armato di lancia in legno di frassino (modello 1866), esibisce il tradizionale ‘Carosello di Lance’, un saggio di abilità equestri e al tempo stesso una fedele rievocazione storica dei movimenti in ordine chiuso di uno squadrone di cavalleria.


I Lancieri eseguono una dinamica, coordinata e articolata serie di movimenti alle tre andature, effettuati governando il cavallo con la sola mano sinistra ed impugnando con la destra la lancia, l’arma di oltre due metri tanto elegante durante le evoluzioni in piano quanto letale durante la carica finale. L’esibizione del Carosello si conclude infatti con gli ordini del Comandante che, scanditi dagli squilli di tromba, dalla quiete del passo fino al grido di ‘Caricat!’, libera cavalli e lancieri in un unico anelito lancia in resta e staffa a staffa.


Cenni storici sul Reggimento "Lancieri di Montebello"


Il Reggimento ‘Lancieri di Montebello’ ha sede a Roma e si lega indissolubilmente alla Capitale d’Italia per aver contribuito in modo decisivo ed eroico alla sua difesa durante la Seconda Guerra Mondiale nei combattimenti del settembre 1943, allorquando, nel pieno del collasso politico-militare italiano, il Reggimento sacrificò oltre la metà dei suoi uomini guadagnandosi l’onorificenza della Medaglia d’Argento al Valor Militare allo Stendardo.


I “Lancieri di Montebello”, oltre a svolgere un’intensa e costante attività operativa all’estero (Libano, Kosovo e Iraq) svolgono quotidianamente ruoli determinanti per la sicurezza della Capitale  in quanto al Comando della Task Force Giubileo, unità  impegnata sulla piazza di Roma a seguito degli eventi di Parigi (13 novembre 2015), ed in funzione del grande evento del ‘Giubileo Straordinario della Misericordia’, a partire dallo scorso novembre, nell’ambito dell’implementazione capitolina dell’Operazione Strade Sicure. I militari del Reparto svolgono discretamente il loro servizio presso le stazioni della metro, gli snodi ferroviari strategici e presso gli aeroporti della Capitale.


Come prassi e antica tradizione il Reggimento lancieri di Montebello svolge altresì i compiti di Alta Rappresentanza presso il Palazzo del Quirinale, della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, e partecipa attivamente al rigido protocollo del Cerimoniale di Stato destinato alle massime Autorità politiche e militari.


Il Reggimento Lancieri di Montebello è di fatto il custode delle tradizioni equestri e dei “sacri luoghi”  dove il Capitano Federico Caprilli promulgò il ‘Sistema di Equitazione Naturale’. L’Ippodromo militare di Tor di Quinto e la caserma ‘Cap. Sabatini’ in via Flaminia vecchia, dal 1891 al 1943 furono sede del Distaccamento della Reale Scuola di Cavalleria di Pinerolo, fucina dei cavalieri militari italiani e stranieri e nel cui ambito Caprilli insegnò il ‘Sistema di Equitazione Naturale’ da lui inventato ed insegnato quale istruttore dei primi corsi di ‘Equitazione di campagna’.


Il Reparto a cavallo è di stanza presso l’ippodromo militare di Tor di Quinto, ed il personale effettivo è selezionato per le altissime doti equestri e per l’altissimo profilo psico-fisico. Le molteplici e variegate evoluzioni equestri, prodotte dal Reparto a cavallo, sulle musiche della caratteristica fanfara ippomontata, costituiscono ancora oggi una elevatissima testimonianza di mirabili doti equestri ed elevato spessore qualitativo.

 

 

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI VISITA IL SITO UFFICIALE:

www.piazzadisiena.it

 

CREDITI FOTOGRAFICI:

ph csio roma mproli

 

Redazione
Fonte: CSIO Piazza di Siena

Commenti

EVENTI: leggi anche...