EcoPlus

Il Carnevale delle Arance

Al centro di questa spettacolare manifestazione ci sono i cavalli, i carri da getto ed i cavallanti di Ivrea

carnevale-arance-3.jpg carnevale-arance-2.jpg carnevale-arance-4.jpg
Photo credits Giovanni Vitale

Il Cosiddetto “Carnevale delle Arance” è una delle più spettacolari manifestazioni che ha ormai rilevanza internazionale e, nella quale i protagonisti si danno battaglia con una inconsueta arma: l’arancia e, contemporaneamente, rivive la tradizione e la cultura popolare e la storia che sono l’anima di questa città dei cavalli.


Lo spirito dello Storico Carnevale sta nella rievocazione di un episodio di liberazione dal tiranno, che si fa risalire al medioevo: un barone che affamava la città venne scacciato grazie al gesto della figlia di un mugnaio che non volle sottostare allo jus primae noctis e che accese la ribellione popolare.


In questa rievocazione il Carnevale si rinnova ogni anno come grande Festa Civica.


E, cosi, neppure la fastidiosa pioggia ed il freddo della Domenica e del Martedì Grasso, hanno impedito ad una folla, di eporediesi e non, di riempire strade e piazze dove si svolgeva la famosa battaglia delle arance, che oltre alla gioia fa rivivere storia, tradizione, spettacolo, emozioni e grandi ideali, fra realtà e leggenda, fra presente e passato.


Al centro di questa manifestazione stanno i cavalli, i carri da getto ed i cavallanti di Ivrea, che già si erano mostrati pronti per affrontare la battaglia nella mattina dedicata alla Presentazione dei Carri, che quest’anno ha avuto luogo il 31 Gennaio.


In quella occasione tutti hanno avuto l’opportunità di ammirare i carri dai mille colori, le meravigliose toelettature dei cavalli, i fantasiosi abbigliamenti degli equipaggi, i lucidissimi finimenti dell’attacco, il tutto in nuvole di coriandoli, cori, addirittura fumogeni colorati, che durante i tre giorni di Carnevale sono sostituiti da tonnellate di arance, con i quali si ingaggia la battaglia fra gli aranceri a bordo dei carri e quelli che li circondano da terra.


Nelle Piazze ben 54 sono stati i Carri da Getto 36 pariglie e 18 tiri a quattro, in tutto 144 cavalli, abilmente condotti dai conducenti fra i quali figure storiche di Ivrea, ma anche tanti giovani, senza dimenticare 3 coraggiosissime signore alle redini lunghe!


Difficile il compito della Giuria che ha valutato con attenzione cavalli finimenti e guida, valutazione questa, che unita a quelle relative agli allestimenti ed alla combattività ha definito le classifiche parziali ed assolute ed i vincitori dello storico Carnevale di Ivrea edizione 2016.


Il Gruppo Italiano Attacchi non poteva mancare in questa occasione per dimostrare agli Eporediesi la riconoscenza per quanto avviene in questa città a sostegno degli Attacchi.

Redazione
Fonte: Notiziario G.I.A. - Gruppo Italiano Attacchi
Massimo Nicolotti

Commenti

ATTACCHI: leggi anche...