Nord Piave

I cervi tornano a popolare Sardegna e Corsica

84 esemplari di cervo sardo-corso sono stati reintrodotti nelle isole, l'intervento rientra nell'ambito del progetto Life+ "Conservation of Red Deer Cervus elaphus corsicanus in Sardinia and Corse - One deer two islands", finanziato dall'Unione Europea

_2017/cervi.jpg
Trasferiti in Sardegna e Corsica 84 esemplari di cervo sardo-corso: di questi, 69 (43 femmine e 26 maschi) sono stati trasportati in Ogliastra e 15 (5 maschi e 10 femmine) in Corsica.
 
Lo spostamento dei cervi in Corsica è stato effettuato su automezzi fino a Santa Teresa di Gallura e da qui trasportati in elicottero fino ai siti di rilascio (tutti localizzati in ambienti montani); in Sardegna, il trasporto dai siti di cattura alle aree di rilascio è avvenuto utilizzando van o fuoristrada autorizzati per il trasporto degli animali, per un totale di 4-5 ore di viaggio. Giunti sull’isola, sono stati rilasciati in natura anche alcuni individui presenti nelle aree faunistiche corse.
 
Tredici degli individui reintrodotti in Ogliastra e 10 di quelli trasferiti in Corsica sono stati seguiti con radiocollari satellitari Gps/Gsm, in grado di rilevare la loro posizione e comunicarla tramite messaggi sms. L’intervento rientra nell’ambito del progetto Life+ “Conservation of Red Deer Cervus elaphus corsicanus in Sardinia and Corse – One deer two islands”, finanziato dall’Unione Europea, al quale hanno partecipato Forestas, la Provincia del Sud Sardegna, la Provincia di Nuoro, il parco Naturale Regionale della Corsica e l’Istituto per la Ricerca e la Protezione Ambientale.
 
A seguito della persecuzione e della degradazione degli habitat, lo stato di conservazione del cervo sardo-corso (Cervus elaphus corsicanus) è peggiorato progressivamente, fino alla completa estinzione in Corsica e alla contrazione in sole tre popolazioni in Sardegna (Sulcis, Costaverde e Serrabus).
 
Grazie a interventi di sensibilizzazione, tutela e reintroduzione, negli ultimi anni si è verificato un incremento sia del numero dei capi, sia dell’areale. Oggi, sebbene la popolazione sia costituita da circa 7.000 individui in Sardegna e oltre 1.000 in Corsica, le popolazioni sono ancora isolate e il cervo è assente in gran parte del territorio.
 
Il progetto ”One deer, two islands” ha permesso la creazione di tre nuove popolazioni in aree di importanza comunitaria dell’Ogliastra, incrementato la variabilità genetica delle popolazioni esistenti in Corsica (grazie al trasferimento di individui dalla Sardegna alla Corsica) e realizzato corridoi ecologici per favorire la naturale dispersione degli individui e la colonizzazione di nuove aree.
 
Un’altra delle azioni del progetto Life+ è stata finalizzata alla conservazione indiretta della sottospecie, finanziando misure in grado di ridurre l’impatto del cervo alle attività agricole nell’area della Costaverde, una delle aree più importanti per la conservazione della specie.

Redazione
Fonte: Nelcuore

Commenti

ANIMALI: leggi anche...