Nord Piave

Fieracavalli taglia a Veronafiere il traguardo delle
117 edizioni.

La passione equestre corre con sport e turismo.

conferenza-fieracavalli.jpg Ettore-Riello1.jpg
Ettore Riello Federica-Lamberti-Zanardi-e-Luca-Fraioli_2.jpg
Federica Lamberti Zanardi e Luca Fraioli Giovanni-Mantovani_3.jpg
Giovanni Mantovani Lamberto-Mancini-e-Arianna-Fabri_4.jpg
Lamberto Mancini e Arianna Fabri Lamberto-Mancini,-Arianna-Fabri,-Ettore-Riello,-Giovanni-Mantovani_5.jpg
Lamberto Mancini, Arianna Fabri, Ettore Riello, Giovanni Mantovani

La manifestazione è stata presentata ieri mattina a Milano nella sede del Touring Club Italiano (TCI) dal presidente di Veronafiere Ettore Riello, dal direttore generale di Veronafiere Giovanni Mantovani, dal direttore generale del TCI Lamberto Mancini e dal direttore Sviluppo e Marketing del TCI  Arianna Fabri.


 
Edizione dopo edizione, crescono i numeri e sale la passione: la 117ª Fieracavalli torna a Veronafiere dal 5 all’8 novembre 2015. Alla più importante rassegna internazionale dedicata al panorama equestre aumentano i protagonisti del salone: 300 cavalli in più del 2014, per un totale di 3mila esemplari di 60 razze.

 


Le aree espositive superano le 750 aziende (+15% sul 2014), in rappresentanza dei migliori marchi per allevamento ed equitazione, provenienti da 25 nazioni, con il ritorno in grande stile dell’Argentina e conferme da India, Oman, Svezia e Cina.

 


Più spazio anche all’equiturismo – con la prima guida “Italia a cavallo”, nata dalla collaborazione tra Touring Club Italiano e Fieracavalli – e alla parte sportiva, con i concorsi ippici e la tappa italiana della Coppa del Mondo di salto ostacoli che raggiungono i 700mila euro di montepremi.

 


Per quattro giornate, Fieracavalli è tutto questo: un format unico in grado di riunire intorno al mondo del cavallo, sport, turismo, business e spettacolo (www.fieracavalli.it).

 


Un salone capace di portare ogni anno alla Fiera di Verona, una media di oltre 160mila visitatori da 80 paesi e coinvolgere nell’organizzazione i più importanti attori istituzionali tra cui il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, l’Associazione italiana allevatori, la Federazione europea sport equestri, la Federazione equestre italiana, la Federazione italiana turismo equestre e l’Associazione nazionale italiana cavallo arabo.

 


«Fieracavalli dà voce da oltre cento anni ad un settore che in Italia conta un milione e mezzo di cavalieri – spiega Ettore Riello, presidente di Veronafiere –. Per questa edizione abbiamo scelto di sostenerlo puntando maggiormente sul binomio turismo e sport, quali strumenti di promozione per l’intero comparto equestre che, in tutta Europa, conta 49 milioni di potenziali appassionati».

 


L’equiturismo è una realtà che vede in Italia più di 7mila chilometri di tracciati percorribili, oltre 120mila appassionati e 4.500 agriturismi coinvolti. “La Valigia in Sella”, progetto espositivo di Fieracavalli nato nel 2014 per proporre iniziative turistiche legate al cavallo, quest’anno è arricchito grazie alla collaborazione con il Touring Club Italiano che ha dato vita alla prima guida “Italia a Cavallo”.

 


“Touring Club Italiano, da quasi 122 anni, si impegna per uno sviluppo di qualità del turismo - commenta Arianna Fabri, direttore Sviluppo e Marketing del Touring Club Italiano - . La partnership con Fieracavalli è praticamente un’affinità naturale, un viaggio per veri viaggiatori, alla scoperta delle bellezze del territorio, delle sue eccellenze enogastronomiche, dall’alto di una sella. E' da questa sinergia che è nata la prima guida Italia a cavallo che sarà presentata in anteprima a Fieracavalli il prossimo 5 novembre, nello stand del Touring Club Italiano, al padiglione 4”.
 


In questa direzione va anche l’iniziativa portata avanti insieme alla Regione del Veneto, attraverso l’Assessorato al Turismo, che vedrà Fieracavalli certificare i centri ippici lungo le “Strade del vino” che promuovono territori e prodotti tipici.

 


A Fieracavalli 2015 debutta, inoltre, il Salone del Turismo Rurale, start-up di Veronafiere che si svolge in contemporanea al Palaexpo, presentando nuove forme di turismo e divertimento green che caratterizzano le tipicità territoriali, raccontate da 200 espositori con show cooking, degustazioni e corsi di cucina.

 
«Il secondo driver di crescita di questa Fieracavalli è lo sport – conferma Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere –. Abbiamo investito molto in questo ambito per portare a Verona i campioni internazionali della Coppa del Mondo di salto ostacoli del circuito FEI e le giovani promesse. Per loro abbiamo allestito ben tre padiglioni dedicati, 5 ring di gara pari a 30mila metri quadrati di piste e tribune per 5mila posti a sedere, mille in più dell’anno precedente. E per la prima volta si potrà assistere alle competizioni fino alle ore 22».

 


Oltre alla 15ª edizione della Longines FEI World Cup™ il programma sportivo di quest’anno, comprende le novità del Concorso Ippico Internazionale Due Stelle (CSI2*) e del Fixdesign Master Tours, che si sommano al 28° Concorso Nazionale Pony, alla finale del Progetto Giovani del circuito FISE e alla 40ª edizione della Coppa delle Regioni Under 21.


Come ad ogni edizione, grande importanza è riservata poi alla filiera allevatoriale che in Italia raggiunge 16mila allevamenti, 50mila addetti e 35 associazioni. Fieracavalli a questo comparto riserva due padiglioni dove il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali presenta i miglioramenti qualitativi del Cavallo da Sella Italiano, mentre l’Associazione Italiana Allevatori raccoglie i 355 esemplari delle 7 Razze del Libro genealogico Italiano.

 

Con più di 750 aziende, riunite in tre padiglioni, Fieracavalli è inoltre la più grande vetrina mondiale per il trade business dedicato al cavallo, grazie ai più importanti marchi internazionali di articoli per l’equitazione, attrezzature tecniche, veterinaria, alimenti per cavalli e complementi per maneggi e scuderie.

 

Spettacoli e divertimento, poi, sono ciò che rendono così trasversale e amata anche dal grande pubblico la manifestazione che, con le Notti di Fieracavalli, propone eventi fino alle ore 23.

 


Il Westernshow è uno degli appuntamenti più attesi di Fieracavalli, con due padiglioni che ospitano il meglio delle gare di monta americane di Team Penning, Cutting e Futurity, e il Campionato Europeo di Barrel Racing e Pole Bending.

 


Per i più piccoli c’è il Villaggio del Bambino, pensato per scoprire il mondo del cavallo e della natura attraverso le numerose attività proposte: da dimostrazioni di equitazione americana, doma e comunicazione naturale, fino al battesimo della sella e all’ippoterapia.

 


Il Salone del Cavallo Arabo, invece, ospita 200 esemplari che si esibiscono in dimostrazioni di eleganza e abilità, tra cui il Campionato Europeo di Morfologia e il IV Gran Premio Fieracavalli, riservato ai purosangue arabi nati ed allevati in Italia.

 


Completa il giro del mondo a cavallo con razze da ogni continente, il Salone Cavallo Iberico e Frisone dove sono in programma i concorsi di Doma Vaquera, di Alta Escuela Espanola e di Arte Eleganza, e, per la prima volta, l’International Mountain Trail Challenge.

 


Protagonista assoluto delle serate di sabato 7 e domenica 8 novembre, infine, è il Gala d’Oro “Ladies”, spettacolo di arte equestre, dedicato quest’anno alle donne e con una guest star d’eccezione: l’amazzone Sylvie Willms.

Redazione
Fonte: Ufficio Stampa Fieracavalli


Commenti

EVENTI: leggi anche...