Equidomus

Fiera Millenaria di Gonzaga (Mantova): successo per la 3a mostra interprovinciale CAITPR

Il report completo targato ANACAITPR dell'evento tenutosi il 1 e il 2 settembre 2018, raggiunto l'obiettivo di dimostrare la qualità e il progresso qualitativo della razza

_2017/anacaitpr_gonzaga_2018_1.jpg _2017/anacaitpr_gonzaga_2018.jpg _2017/anacaitpr_gonzaga_2018_2.jpg _2017/anacaitpr_gonzaga_2018_3.jpg _2017/anacaitpr_gonzaga_2018_4.jpg _2017/anacaitpr_gonzaga_2018_5.jpg
Due intense giornate all’insegna del CAITPR. La 3^ edizione della Mostra di Gonzaga (Mantova), tenutasi come di consueto, nell’ambito della Fiera Millenaria, ha saputo, infatti, dare quell’immagine di qualità e progresso qualitativo della razza che ci si era prefissati. Anche l’incipiente maltempo di questo fine settimana che, in certi momenti ha avuto più il sapore autunnale che estivo, ha mantenuto il giusto contegno permettendo il regolare sviluppo del Programma messo a punto fin dal marzo scorso in collaborazione con i colleghi della Mantovana Allevatori confluita di recente nell’Associazione Regionale Allevatori della Lombardia. Qualcuno scherzando, ha detto che anche il maltempo era stato previsto a programma con svolgimento nei giusti orari….. notturni!
 
Buono il numero complessivo dei capi presenti con 21 soggetti provenienti da 11 diversi allevamenti. Peccato per qualche fallanza contingente dell’ultimo minuto, perché altrimenti vi sarebbe stato l’en plein dei 27 cavalli CAITPR previsti a Catalogo.
 
Articolate le provenienze territoriali che hanno coinvolto allevatori di 7 diverse province; alcune contigue a Mantova, come Verona, Ferrara, ma altre anche lontane come Ravenna, Bologna, Venezia e Torino. Un bello spaccato di razza che ha visto impegnati i nostri soggetti sia in attività equestri o di conduzione alla mano che nel più classico Concorso di modello.
 
Si è iniziato il sabato pomeriggio con le prove dello show che hanno permesso di mettere a punto i dettagli dello spettacolo e le corrette sequenze nelle uscite. I CAITPR si son presentati sia attaccati che a sella con un inserto alle redini lunghe e con alcune prove/dimostrazioni di conduzione alla mano.
 
Grazie agli allevamenti Bonazzi, Zuffa e Cenni che si sono cimentati con alcuni dei loro soggetti proprio in quest’ultima attività cui è seguita la presentazione dell’allevamento Piazza con un maschio di 18 mesi alle redini lunghe che si è prodotto in un piccolo carosello in piano ma anche a compiere alcuni passaggi nel percorso di conduzione. Questi soggetti erano accompagnati da quelli degli allevamenti Chiminazzo e Quaglia/Bianciotto che hanno proposto un piccolo carosello misto sella/attacchi, mentre l’Azienda Manente ha presentato uno dei propri stalloni aziendali al lavoro con erpice in una proposta di rievocazione di lavoro agricolo che è la base originale di impiego storico della razza. Le prove del sabato hanno consentito di effettuare le uscite della domenica in modo preciso e pulito sotto gli occhi di un pubblico quest’anno veramente numeroso grazie anche allo splendido andamento meteo del pomeriggio tornato finalmente
estivo.
 
Molto interessante anche il confronto morfologico che ha visto 22 soggetti contendersi i titoli delle 6 Categorie a Catalogo. La qualità media dei capi presentati è stata molto elevata se si considera che tutti i 14 capi adulti avevano qualifiche di Buono o Molto buono e che le categorie Giovani erano anch’esse composte da puledri e puledre tutti con Buono o Molto Buono (le femmine) mentre i 4 maschi 18 messi erano tutti ovviamente candidati riproduttori. Chi conosce lo schema selettivo della razza sa che i giovani maschi non hanno qualifica sotto madre, ma devono comunque rispettare i requisiti per l’attribuzione di almeno Buono per poter essere decretati aspiranti stalloni. In ogni caso, 8 giovani soggetti che hanno dimostrato di essere delle belle speranze future per il Libro Genealogico.
 
Un insieme di capi, tutti degni della Mostra nazionale. Una piccola Verona! questa è stata in realtà l’Interprovinciale di Gonzaga 2018, come confermato dal ring al momento delle premiazioni che ha visto chiamati in campo tutti i soggetti partecipanti.
 
Un lavoro che ha messo seriamente alla prova il Giudice, Sig. Verlicchi, in alcuni momenti. Categoria principe della Mostra quella dedicata alle giovani Fattrici generazioni 2013/14 e 2015 composta da 6 femmine, di cui alcune seguite da redo, che hanno permesso un colpo d’occhio di raro pregio d’insieme. Non che le altre Categorie fossero nel complesso da meno, ma questa delle giovani mamme ha veramente fatto premio su tutte.
 
Bello anche il confronto tra i due Gruppi di progenie che il Catalogo ha consentito di realizzare: quello dello stallone Bumerang e quello dell’ancor più famoso stallone Zoran. Si è imposto sul filo di lana il primo gruppo, ma senza nulla togliere alla qualità dei figli/e di Zoran che, per alcuni aspetti morfologici, hanno un’omogeneità veramente sorprendente.
 
Complimenti a tutti gli allevatori partecipanti per la preparazione dei soggetti non solo sotto il profilo della forma fisica, ma anche per la qualità delle presentazioni a triangolo. Al di là delle soddisfazioni di classifica di alcuni, il grazie va rivolto a tutti allevamenti: Bonazzi, Castelletti, Cenni, Chiminazzo, Farioli, Giordani, Manente, Piazza, Quaglia, Venieri e Zuffa. Grazie a tutti loro anche per l’ottimo clima che hanno saputo creare in mostra e alla sempre pronta disponibilità a “dare un mano” sul piano organizzativo.
 
Il ringraziamento va poi ad ARA LOMBARDIA ed in particolare al personale dell’ufficio di Mantova che ci accoglie sempre molto bene e che si impegna sia nella fase organizzativa, ma anche in quei tanti piccoli dettagli che fanno sentire a casa gli allevatori partecipanti.
 
Se il buon giorno si vede dal mattino, sarà un ottimo autunno per le Mostra CAITPR.
 
Chi vorrà sapere di più sui capi presentati potrà sempre consultare il Catalogo disponibile sul sito www.anacaitpr.it

Redazione
Fonte: ANACAITPR - Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Agricolo Italiano da Tiro Pesante Rapido

Commenti

ALLEVAMENTO: leggi anche...