Ecoplus

Exhibición de Enganches di Ronda: un amore crescente

Conosci quella coppia che col passar del tempo è sempre più innamorata? Bene, questo è ciò che accade fra la Exhibición de Enganches di Ronda e i suoi affezionati partecipanti.

_2017/quinto-gia-1-ok.jpg
L´anello multicolore del carosello finale nella Real Maestranza de Caballería de Ronda

Photo credits Eduardo Zamora Torres

_2017/quinto-gia-2-ok.jpg
José López Bejarano "Miglior attacco a la Calesera" presentato da Yeguada Bionest.

Photo credits Eduardo Zamora Torres

Di Rafael Ruiz-Henestrosa Laynez y Raimundo Coral Rubiales. Photo credits Eduardo Zamora Torres

 

Quest’anno grande soddisfazione per la quarantatreesima edizione, dato che, ancora una volta, si sono create le condizioni favorevoli che hanno permesso al pubblico presente e alla Esibizione di avere una maggiore attrazione reciproca. I dintorni della Ciudad Soñada, il fresco della Sierra de las Nieves nelle prime ore del giorno, l’atmosfera festosa della Feria di Pedro Romero, l’intraprendenza dei partecipanti che si impegnano ogni anno per superare se stessi.


E, in effetti, gli attacchi crescono in termini di qualità e di numero di dettagli, grazie alla raccolta di informazioni per ogni presentazione e grazie al recupero di accessori sempre più antichi come cappelli, uniformi, cestini da picnic dell’epoca, che contribuiscono a creare un alone di romanticismo, che invita a un grande innamoramento.


Quest’anno l’appuntamento è stato il Sabato 7 Settembre: le carrozze arrivano in Avenida de la Paz, di fronte all’arena e poco prima delle dieci del mattino sono tutte in bella mostra, dando vita a una bellissima vetrina per più di due ore in attesa di entrare nella Plaza. Quel tempo viene usato dai giudici, addestrati con grande sensibilità, a cogliere le differenze che li porteranno poi a decidere quali dovrebbero essere il primo, il secondo o il terzo classificato per ogni modalità, cioè categoria.


E non è stato sicuramente compito facile, poiché il livello a cui si è giunti negli ultimi anni è quasi impossibile da superare. A svolgere questo difficile lavoro, sono i più che esperti e grandi esponenti del giudizio in questo nostro hobby, nelle figure di Don José Juan Morales, D. Raimundo Coral Rubiales e D. Enrique Moran, una terna di giudici tutti con una levatura internazionale più che dimostrata.


La voce potente e personale di Ramon Moreno de los Ríos, insieme ai commenti di Amalio Martín, hanno reso l’esibizione in movimento all’interno dell’Arena ancor più piacevole, per tutto il pubblico, che viene a godersi uno spettacolo che lascia più che buon sapore in bocca, perchè il pubblico è affascinato e si vuole godere fino in fondo qualcosa di unico, come quello che gli viene presentato.


Finimenti americani pregiati; eleganti e pratici quelli continentali; colorate e allegre per la loro musicalità le nostre caleseras e persino i finimenti postali, quasi dimenticati, ma velocemente ripristinati da un grande appassionato come Antonio Repullo: è difficile combinare in altre competizioni o esibizioni tutto questo, tanto che è stato trasmessa in diretta televisiva su Canal Sur Autonomic, a cui ha aggiunto pennellate tecniche, il signor Miguel García-Diéguez.


L’ultima chicca nell’arena della Real Maestranza de Caballería de Ronda è stato il carosello finale di tutti i partecipanti che hanno formato un gran de anello multicolore. Immediatamente nel Salón de Grados de la Real Maestranza de Caballería de Ronda, ha avuto luogo la cerimonia finale di consegna del trofeo e, oltre ai tre premi per ciascuna categoria, del premio per il “ Mejor Cochero Amateur “ fra singoli, pariglie e tiri in potencia che è stato consegnato all’elegante Sig. ra Natalia Planas Sacristán.


A seguire il premio al “Mejor Cochero Amateur Grandes Guías” consegnato a Gregorio Aranda Lamas e il riconoscimento al “ Mejor Cochero Profesional “ cioè José López Bejarano e quello per il “Miglior attacco a la Calesera” alla carrozza presentata da Yeguada Bionest. E tutto è finito. La fine della festa è stata un piacevole aperitivo tra i partecipanti, gli organizzatori, i proprietari e i giudici nella piazza dove si è vissuta un’atmosfera di fratellanza tra tutti.

Redazione


Fonte: Gruppo Italiano Attacchi

Commenti

ATTACCHI: leggi anche...