Cover Technology

Europei giovanili: assegnate le prime medaglie a San Giovanni in Marignano

Prime medaglie assegnate, giovedì 25 luglio, ai FEI Dressage European Championships U25, Young Riders, Juniors e Children 2019, che si concluderanno domenica 28 luglio all´Horses Riviera Resort di San Giovanni in Marignano (Rn). Germania subito grande protagonista, con tre ori a squadre: Young Rider, Juniors e Under 25.

_2017/Remold_Valentina_Double_Cool_Darius_MJ_di_marco_1(1).jpg
Valentina Remold

_2017/Campanella_gracile_dimarco_1.jpg
Alice Campanella

YOUNG RIDER
 
I tedeschi si sono imposti tra gli Young Rider con un punteggio medio di 74.745%.
 
Decisive le prestazioni di Semmieke Rothenberger (77.559%) su Dissertation, Paulina Holzknecht (73.471%), su Wells Fargo 14 e Lia Welschof (73.206%), su Linus K, con Alexa Westendarp (72.176%), su Four Seasons, a completare il quartetto.
 
I tedeschi l’hanno spuntata con 1.715% di vantaggio sull’Olanda, arrivata a 73.030%, sul secondo gradino del podio, con Daphne Van Peperstraten (74.265%), su Greenpoint's Cupido, Esmee Donkers (73.206%), su Chaina e Kimberly Pap (71,618%), su Vloet Victory, con Thalia Rockx (69.323%), su Verdi de la Fazenda, quarta componente.
 
A maggiore distacco, con 69.687%, terzo posto e bronzo per la Svezia con Elin Mattsson (71.118%), su Beckham, Evelina Söderström (69.824%), su Weihenstephaner e Linnéa Williamsson (68.118%), su Tabasco, con Cecilia Bergåkra Berglund (67.824%), su Primavera, quarta in gara.
 
Con la percentuale del 67.040%, ottavo posto per l’Italia, che ha schierato Alice Campanella (67.971%) su Gracile D.E.S., Valentina Remold (67.971%), su Double Cool Darius MJ, Ginevra Coperchio (65.177%), su Edipo El Bayo e Filippo Di Marco (63.824%), su Fidergald.
 
A titolo individuale, la migliore è stata quindi la tedesca Rothenberger, 19enne di Bad Homburg, davanti all’olandese Van Peperstraten e all’altra tedesca Holzknecht.
 
Le azzurre Campanella e Remold si classificano diciasettesime a pari merito con un punteggio di 67.971%.
 
 
JUNIOR  
 
Il secondo oro è arrivato tra gli Junior con un punteggio medio ancora maggiore rispetto a quello degli Young Rider: 76.081%, con Valentina Pistner (76.940%), su Flamboyant OLD, Jana Schrödter (76.303%), su Der Erbe e Anna Middelberg (75.000%), su Blickfang HCA, affiancate da Henriette Schmidt (74.182%), su Rocky's Sunshine.
 
Anche in questa gara medaglia d’argento per l’Olanda, che ha raggiunto quota 73.485% con Marten Luiten (76.030%) su Fynona, Annemijn Boogaard (73.000%), su Fullspeed TC e Pem Verbeek (71.424%), su Fernando Torres, con quartetto completato da Sanne Van Der Pols (71.242%), su Excellentie.
 
Bronzo per la Danimarca, arrivata a 71.959% con Frederikke Gram Jacobsen (72.424%), su Ryvangs Za, Sofie K. Hansen (71.848%), su Dieu d'Amour 3 e Sara Aagaard Hyrm (71.606%), su Skovborgs Romadinov, quarta componente del team Maria Mejlgaard Jensen (71.273%), su Uno IV.
 
Con 69.121%, decimo posto per l’Italia di Beatrice Arturi (69.849%), su Donaudistel, Melanie Bartz (69.485%), su Diary Dream OLD, Valentina Merli (68.030%), su Le Bom e Alessia Volpini (67.545%), su Easy Deasy.
 
A livello individuale, la Germania ha sfiorato l’en plein: soltanto l’olandese Luiten s’è inserito al terzo posto tra Pistner e Schrödter, prima e seconda, e Middelberg e Schmidt, quarta e quinta. La Arturi, trentunesima, è stata la migliore delle azzurre.
 
 
UNDER 25
 
La Germania ha fatto tris tra gli Under 25, con il punteggio di 73.922%. Il terzo oro è arrivato con Jil Marielle Becks (76.177%) su Damon’s Delorange, Bianca Nowag (73.912%), su Sir Hohenstein e Raphael Netz (71.676%), su Lacoste 126, affiancati da Ann Kathrin Lindner (70.500%), su Sunfire 16. 
 
 
Anche l’Olanda ha fatto tris (73.461%) conquistando il terzo argento a squadre con Jeanine Nieuwenhuis (76.324%), su TC Athene, Denise Nekeman (73.882%), su Boston STH e Carljin Huberts (70.176%), su Watoeshi, eliminata invece Jasmien de Koeyer (su Esperanza).
 
Podio a squadre Under 25 completato dalla Danimarca, terza con 68.490%.
 
Il bronzo ha avuto come protagonisti Josefine Hoffmann (70.992%), su Hoennerups Driver, Søren Wind (67.323%), su Diego 471 e Emma Skov (67.265%), su Cracker Jack, scartato il punteggio di Nana Gajhede (67.206%), su Overgaards Lawell.
 
L’Italia si è classificata al settimo posto (61.108%), con Francesca Rapazzoli (63.382%), su Rhadamantus 2, Serena Fumagalli Carloni (60.059%), su Black Panter 2, Margherita Josi (59.882%), su Le Contendro e Francesco Sangiorgi (59.088%), su Sorrento 9.
 
A titolo individuale, la miglior prestazione è stata quella dell’olandese Nieuwenhuis, dietro di lei le tedesche Becks e Nowag.
 
Migliore degli italiani la Rapazzoli, ventisettesima. 
 
CHILDREN
 
Anche dopo la Preliminary Competition B, tra i Children è rimasta al comando l’olandese Lara Van Nek (77.461%), su Fariska.
 
L’amazzone orange ha mantenuto un vantaggio abbastanza ridotto sulla tedesca Allegra Schmitz Morkramer (77.308%), seconda su Lavissaro.
 
Terza l’altra tedesca Kenya Schwierking (75.000%), su Dinos Boy 2.
 
Tra gli italiani ha chiuso ventesimo Riccardo Spagni (68.385%), su Cesan, poi ventiduesima Silvia Diciatteo (68.038%), su Tinus), trentesima Anna Tarabella (66.231%), su May e quarantesima Cecilia Ruffini (63.500%), su Bailando Cobra.
 
 
Risultati e diretta streaming su FEI TV e sul sito della manifestazione a questo link
 
 
(Nelle foto © Riccardo Di Marco: da sopra verso sotto Alice Campanella e Valientina Remold)

Redazione


Fonte: Federazione Italiana
Sport Equestri

Commenti

EVENTI: leggi anche...