EcoPlus

Equestrian Mental Coaching: atleti aiutati ad aumentare la propria concentrazione grazie a un "Mental Coach"

Si chiama Giuliano de Crescenzo e in questo articolo ci parlerà del suo metodo "Equestrian Mental Coaching Dc".

_2017/DSC_6835-1-ok.JPG


Il mental coach è un professionista che aiuta gli atleti a migliorare la propria capacità di concentrazione, di gestione delle emozioni e della pressione agonistica. In questo modo permette loro di incrementare le performance, essere più costanti nel raggiungimento di risultati e in alcuni casi anche avere una carriera più florida e duratura. Ormai da qualche tempo la figura del mental coach è entrata a far parte del mondo dell'equitazione.

 
Tra i tanti mental coach che si sono lancianti in questo settore, applicando le tecniche più classiche, c'è una persona che unendo le sue grandi competenze nel campo del coaching a quelle di cavaliere professionsita e tecnico di salto ostacoli, ha creato un metodo specifico che sta cambiando la vita di centinaia di cavalieri, amazzoni e soprattutto ai loro cavalli.

 
Saluto tutti i lettori e ringrazio la redazione de "Il portale del cavallo" a cui inoltre faccio i complimenti per l'interessamento ad un argomento cosi innovativo e importante.

 
Il coaching già nella sua versione classica è un metodo molto efficace che permette alle persone in ogni ambito di fare un salto di qualità.


In parole povere conferisce una serie di tecniche e strategie che permettono di gestire lo stress, risolvere problemi e riuscire a mantenere la calma nelle situazioni più critiche.


I mental coach che stanno lavorando in ambito equstre stanno già facendo un ottimo lavoro, ma personalmente e con umiltà penso che con il mio metodo sono riuscito ad andare molto oltre ciò che il coaching classico ha da offire al mondo dell'equitazione.


Monto a cavallo dall'età di 9 anni, sono un cavaliere professionista di 2°grado e il tecnico di decine di ragazzi nel settore del salto ostacoli da 20 anni, ho sempre studiato il comportamento equino e la relazione tra uomo e cavallo, inoltre per passione e necessita negli ultimi anni ho sperimentato il mondo della fisioterapia neurocognitiva.


Ovviamente sono un mental coach con certificazione europea.


Tutte queste mie conoscenze e competenze hanno portato alla creazione di un metodo specifico per l'equitazione in grado di guidare ed evolvere i cavalieri e le amazzoni a 360° portandoli a scoprire e a mostrare il 100% del loro vero potenziale.

 
L'equestrian mental coaching dc, permette di incementare i propri risultati agonistici già dopo le prime sessioni o di risolvere problemi e tensioni che duravano da anni.  


Ho sviluppato una serie di tecniche molto efficaci che utilizzo anche con cavalieri di vertice riscontrando risultati eccellenti.

 
In questo articolo ti parlo dell'essenza del mio metodo, ovvero del suo scopo principale:" passare la tua equitazione, da un'equitazione che funziona "Solo se" ad una che funziona "Anche se".

 
Si tratta di due atteggiamenti mentali che possiamo scegliere di adottare nei confronti delle varie situazioni e problematiche che si possono presentare. Una delle principali qualità di un cavaliere deve essere quella di sapersi adattare ai cambiamenti, gestire gli imprevisti, trovare soluzioni, sia durante la performance, che nell'organizzazione quotidiana.

 
Al di là delle nostre capacità e del valore tecnico ed economico dei cavalli che montiamo, siamo antrambi esseri viventi che lavorano in collaborazione, ognuno con le proprie esigenze e con i propri alti e bassi, per questo motivo gli imprevisti e i cambiamenti di programma sono sempre dietro l'angolo.
Davanti ad un imprevisto c'è chi va in crisi e non raggiunge il proprio obiettivo e chi invece sceglie di trovare una soluzione e arrivare comunque al risultato.

 
Saper fare una cosa anche in maniera eccellente, ma riuscirla a fare "solo se" equivale a non saperla fare. Ti faccio degli esempi:" vinco (solo se) riesco a fare un ottimo campo prova", "Do il mio massimo (solo se) non ho preoccupazioni nella testa", "Monto bene (solo se) uso la mia sella"... insomma potrei andare avanti per ore! Ogni volta che usiamo il "solo se" stiamo mettendo un vincolo al raggiungimento del successo, usando "l'anche se" invece, puoi imparare a gestire e in certi casi sfruttare a tuo vantaggio ogni imprevisto o problema.

 
Proviamo a cambiare le frasi di prima da "Solo se" ad "Anche se":

 
(Anche se) oggi non ho fatto un ottimo campo prova, voglio dare il massimo in gara.   (Anche se) ho delle preoccupazioni, almeno per il tempo della gara, mi concentrerò al 100%.


(Anche se) oggi non ho la mia sella, voglio comunque montare bene e scoprire nuove sensazioni.

 
In questo modo andrai a lavorare sul tuo "dialogo interno" ovvero sul tuo modo di parlarti. La maggior parte degli atleti hanno un dialogo interno pessimo, si offendono quando non riescono in qualcosa e la loro vocina nella testa è sempre pronta a fargli notare qualsiasi problema o ad elencargli tutti i motivi per i quali potrebbe succedere qualcosa di negativo!

 
Innanzi tutto ti invito a non offenderti mai, se non riesci in qualcosa parla a te stesso in maniera incoraggiante, questo metterà la tua mente in uno stato positivo e produttivo.


Seconda cosa sappi che il tuo cervello, se prima, o durante la gara, ti manda dei segnali e dei pensieri negativi, non sta tentando di sabotarti, ma semplicemente sta svolgendo il proprio lavoro, ovvero: proteggerti! Lo farà sempre e comunque, quindi non sentirti stupido quando sei in gara o in allenamento e ti capita di pensare negativo, è semplicemente il tuo cervello che fa ciò per cui è stato progettato.


Probabilmente lo farebbe anche se sali su una sedia in cucina per prendere un bicchiere nella credenza in alto, figurati se stai saltando con il tuo cavallo. Ciò che puoi fare è cambiare questi pensieri negativi con pensieri positivi o per meglio dire i pensieri "inutili" (perchè pensare che cadranno 3 barriere non ti serve a nulla) con pensieri "utili" (cosa posso fare tecnicamente per permettere al mio cavallo di saltare meglio?).


 
Quindi cari cavalieri e care amazzoni, iniziate a cambiare tutti i vostri "solo se" in "anche se" e parlate a voi stessi in maniera "utile"!


 
Possiamo seguire Giuliano attraverso la sua pagina FB "Giuliano de Crescenzo Equestrian Mental Coach" o il sito www.decrescenzocoacing.com. Se vuoi contattarlo per chiedergli di diventare il tuo mental coach personale o per organizzare uno suo stage presso la tua scuderia, scrivi all'indirizzo: info@decrescenzocoaching.com

Giuliano De Crescenzo

Commenti

FORMAZIONE: leggi anche...

INSTAGRAM TAKİPÇİ SATIN AL UCUZ twitter TAKIPCI AL elektronik sigara likit