Nord Piave

Emergenza Coronavirus: Sport Equestri.
Di Paola chiede a Governo e Coni interventi a supporto di affiliati e aggregati

Il Presidente della FISE ha scritto al Ministro per le politiche giovanili e lo sport,Vincenzo Spadafora e al numero uno del Coni, Giovanni Malagò

_2017/dipaola-e-spadafora(1).jpg
Nella foto archivio: a sinistra Il Ministro, On.le Vincenzo Spadafora insieme al Presidente Fise, Marco Di Paola

Con una lettera inviata oggi, mercoledì 18 marzo, al Ministro delle Politiche giovanili e lo sport, On.le Vincenzo Spadafora e al Presidente del Coni, Giovanni Malagò, il Presidente della FISE Marco Di Paola ha manifestato la necessità di interventi economici per il sostegno dei circoli ippici affiliati e aggregati alla Federazione Italiana Sport Equestri.

 

Dopo aver ringraziato le Autorità in indirizzo per il grande impegno profuso in questi giorni di emergenza nazionale, il Presidente federale ha voluto ricordare che la FISE è una Federazione atipica nel panorama dello sport, grazie alla presenza dell’atleta cavallo, oltre che di cavalieri e amazzoni. 

 

Con la sospensione del mondo dello sport, a causa dell’emergenza COVID-19, - si legge nella nota - i centri ippici stanno andando incontro a dei costi fissi imprescindibili, come quelli per l’acquisto di profende, mangimi, fieno, trucioli, paglia, le cure veterinarie etc, tutti prodotti necessari per l’accudimento di cavalli e pony. 

 

Di Paola ha posto l’accento sul gravissimo stato di sofferenza dei centri del territorio nazionale, che devono naturalmente provvedere al benessere e al governo quotidiano dei cavalli impiegati per la scuola di equitazione o per la riabilitazione equestre e in un momento di stop il sistema rischia di collassare. 

 

Quattro le richieste formulate dalla Federazione come: un sostegno economico per i circoli che gestiscono una Scuola di Equitazione; l’esenzione temporanea dell’Iva su profende, mangimi, fieno, trucioli, prodotti veterinari etc; l’agevolazione relativa al versamento di contributi previdenziali per le Asd e l’accesso a un’erogazione rapida di un prestito senza interessi o garanzie attraverso il Credito Sportivo.

 

È possibile consultare il testo integrale della lettera a questo link.   

 

(Nella foto archivio: Il Ministro, On.le Vincenzo Spadafora insieme al Presidente Fise, Marco Di Paola)

Redazione


Fonte: FISE: Federazione Italiana Sport Equestri

Scarica:

Commenti

CRONACA: leggi anche...