Equidomus

Assoluti d'Italia di Monta da Lavoro Tradizionale a Bacioia, Catanzaro e Jimenez Romero.

La Gimkana al toscano Bagnesi per il secondo anno. La classifica di Completo a Jimenez Romero su Fandango.

completo-gimkana-galeata.jpg completo-gimkana-galeata-2.jpg completo-gimkana-galeata-3.jpg completo-gimkana-galeata-4.jpg completo-gimkana-galeata-5.jpg
Photo: StudioNanniSantaSofia

Assegnati i titoli degli Assoluti d'Italia 2015 nella giornate di domenica e lunedi 1 e 2 novembre alla XXXVI Fiera di Galeata in Romagna. Due giornate di gara nel field in erba di Galeata Cavalli che hanno accolto gli specialisti della velocità tecnica e della prova attitudinale per una classifica di completo che ha incoronato lo spagnolo David Jimenez Romero sul lusitano Fandango campione nella categoria amatori, combattutissima sino alla fine.

 

Nella categoria Juniores domina senza problemi e vince sia la prova di abilità che nell'attitudine l'amazzone umbra Sofia Bacioia in sella a Cartagena, lo stallone PRA baschi del Centro Ippico La Molinella di Passignano sul Trasimeno (PG). Per la nuova Campionessa degli Assoluti d'Italia il punteggio top del concorso: ben 110 punti in media e la percentuale del 73,33% che confermano le ottime prove espresse ai campionati Italiani di Alviano.


In Umbria anche il titolo Assoluto d'Italia Giovanissimi. Lo vince sul fil di lana l'amazzone Selina Catanzaro in sella al baio Sognador. Sfida tutta in casa al Centro Ippico la Fenice di Rivotorto di Assisi. Selina Catanzaro vince la prova in attitudine e seconda nella velocità. La compagna di scuderia Stefania Ziarelli vola sul percorso in abilità cronometrata e vince la prova di domenica in gimkana. Per la Ziarelli seconda posizione in attitudine: parità di punti generali ma migliore punteggio in attitudine per Selina Catanzaro che alza al cielo il trofeo 2015. Terza Giovanissimi nella Classifica di Completo Giulia Gerlini sulla quarter horse di 5 anni Broadway Lady Sun.


Nella Velocità si conferma per il secondo anno consecutivo Campione Assoluto d'Italia in Monta da Lavoro il cavaliere fiorentino Simone Bagnesi in sella all'anglo arabo Zenzerino. Simone Bagnesi, tecnico e delicato nel contenere la forza del suo sella italiano sull'erba di Galeata, strappa 10 secondi nella prima manche e 10" nella seconda manche alla marchigiana Roberta Attili sul PSA Kansas. Per Bagnesi e la Scuderia Generini un altro trofeo in bacheca della club house di enorme prestigio a siglare la stagione 2015.

 

Per il referente nazionale e Consigliere Federale Ernesto Fontetrosciani la soddisfazione di veder l'equitazione in tradizionale crescere ancora e soprattutto con tanti giovani come Bagnesi, Attili, Pacini (sul podio della prova di gimkana), Bacioia, Marsili, Catanzaro, Ziarelli Stefania, Gerlini sul podio di completo.


Inizio con il sole domenica primo novembre. la musica e le chiamate ai cavalieri ad entrare in campo svegliano la ridente cittadina di Galeata posta sulla dorsale appeninica tra la costa romagnola e la Toscana. Città di grande ospitalità quella di Galeata, grazie alla Pro loco Mevaniola fondata e fatta crescere anche grazie ai tantissimi appassionati di equitazione e allevatori di cavalli che sono forza e linfa vitale per il Comitato Organizzatore degli Assoluti d'Italia, il marchio registrato che assegna alla fiera di Romagna il prestigio di ospitare la kermesse nazionale.

 


Azzurro nel cielo e il sole di inizio novembre però non bastano a rendere un grip ottimale nel perfetto campo in erba preparato con cura per accogliere i binomi in concorso. Ogni volta che si cerca di appesantire l'azione equitativa e aggredire il terreno la risposta è una stoppata troppo lunga, una correzione, un errore sugli elementi in campo e la conseguente perdita di tempo che ne determina l'andamento dalla prima prova di Monta da Lavoro tradizionale in programma, come ogni anno: la prova di velocità a tempo o gimkana.


Nel lotto dei partenti a Galeata i migliori specialisti della disciplina, per una giornata in due round segnata dall'incitazione del pubblico, dagli sportivi applausi e dagli sguardi acciliati dei più esperti che rubano con gli occhi ogni centimetro di percorso agli avversari per il Titolo ASSOLUTO. In perfetto orario si conclude la prima manche. Alle ore 13 di domenica la classifica di manche parla di uno strepitoso percorso in 1,24'' e 82 centesimi che piazza di diritto al comando il campione uscente, il cavaliere di Vicchio (FI) Simone Bagnesi, seconda l'amazzone di Osimo Roberta Attili (1.33"13)  e terzo un sorprendente Ivan Landini con il Q.H. Black (1.34".78).

 

Pausa pranzo doverosa, vista la bontà della cucina romagnola di Galeata (Città del Cavallo e presidio Slow Food!) e si riparte a classifica inversa. I migliori entreranno in gara per ultimi. Intanto che gli amatori scaldano i loro cavalli (ben 29 a partire), la juniores Sofia Bacioia su Cartagena, medaglia d'Oro ai recenti campionati Italiani 2015 in Dressage e Attitudine regola con 2.22.84 la sua categoria seguita dalla concorrente delle Marche Laura Marsili per il C.Ippico Tabù Ranch (2.28.69) e la Giovanissimi vede al comando della classifica Stefania Ziarelli (1'35''97), seconda Selina Catanzaro (1.51.69)  e terzo il cavaliere anconetano Michele Pistoia su Murighedda (2'22''90).


La seconda manche presenta uno spettacolo di pubblico e di divertimento. Il presidente di Giuria Ernesto Fontetrosciani, inflessibile sulle regole, coadiuvato dal Giudice Aldo Ceccarelli, impone subito il suo marchio su questa manifestazione e lo scorrimento del concorso è perfetto sotto ogni punto di vista. La amatori è aperta ad ogni risultato e i tempi confermano performance di grande rispetto per tutti i concorrenti che abbassano i propri tempi del primo go round di almeno 10 secondi. Unica nota di rammarico il ritiro a causa caduta del simpatico Andrea Ricci che lascia il campo degli Assoluti d'Italia tra gli applausi del pubblico.


Guadagnano posizioni prepotentemente in classifica di seconda manche Sofia Bolognesi e Sofia Pacini, che chiuderanno rispettivamente in sesta e terza posizione assoluta. Ma ad alzare la coppa in argento degli Assoluti d'Italia 2015 in Gimkana è ancora una volta, dopo il successo 2014, Simone Bagnesi con il baio S.I. Zenzerino che fissa sul display federale uno strepitoso 1'14''60. Sue le due manche e suoi i 24 punti in palio che lo mettono al comando della classifica generale di Completo MdL. (Per la cronaca si presenterà alla partenza della prova in attitudine ma non gareggerà per i postumi di un trauma lombo-dorsale. A Simone gli auguri di una buona guarigione).


Lunedì 2 novembre, si gareggia in attitudine e la fiera apre al pubblico del giorno di festa in romagna con i percorsi di alto livello dei cavalieri ed amazzoni che affrontano le difficoltà di percorso in equitation.


A Galeata, vince la medaglia d'oro il cavaliere di Madrid David Jimenez Romero con Fandango con una media punti di 106. la seconda posizione e la conseguente medaglia d'argento è per il cavaliere tesserato CIR Rimini Roberto Achilli con il vaquero Betho de Bionest e la terza piazza e medaglia di bronzo in attitudine agli assoluti d'Italia è per Riccardo Ziarelli su My Love, alla sua prima stagione in amatori. Quarta l'amazzone Michela Canuti e quinto Stefano Canuti. Ottima sesta posizione per il binomio Paolo Martini e lo stallone Appaloosa Flying Carpet che giocavano in casa. Per Martini 16 punti in Completo, per la terza posizione assoluta ad ex-equo con Achilli ma che gli varranno un quarto posto finale per peggior punteggio in attitudine rispetto al dressagista Roberto Achilli, stimolo e riflessione  sicuramente per una stagione 2016 di lavoro in piano finalizzato alla prova attitudinale.

 

 

Per vedere la classifica >clicca qui

Redazione
Fonte: FITETREC-ANTE

Commenti

MONTA LAVORO: leggi anche...

INSTAGRAM TAKİPÇİ SATIN AL UCUZ twitter TAKIPCI AL elektronik sigara likit