Nord Piave

Alle corse: magnifiche carrozze sportive, come Coach e Park Drag, dalla Francia e dall'Inghilterra

L'Impero tedesco del XIX secolo, appena unito da Otto von Bismarck (1815-1890), il "cancelliere di ferro", vide gentiluomini e signore importare magnifiche carrozze sportive, come Coach e Park Drag, dalla Francia dall'Inghilterra

_2017/art-7-1-ok.jpg
Lui e Lei - Heinz Scheidel con un Private Road Coach diHolland & Holland, appartenuto a Edwin Howlett, guidato daHans- Werner Hamacher attaccato a tre Schweres Warmblut e a un Pinto. Colin Powell ha il ruolo di Cornman. Mrs. Eva Scheidel con Michael Mu?hlbauer alla guida del Private Drag di E. Bussmann parte della collezione di suo marito.


Photo credits Siggi Offen

_2017/art-7-2-ok.jpg
Porta con te la tua tribuna e goditi le corse


Photo credits Siggi Offen


Di Stephan Broeckx. Photo credits Siggi Offen

 

I costruttori di carrozze tedeschi presero al volo questa moda per offrire carrozze tecnicamente avanzate, costruite con la tradizionale arte tedesca. In Germania, a differenza di molti altri paesi, non erano presenti Coaching Club. In occasione di alcuni eventi importanti, come “la grande settimana” delle corse all’Ippodromo di Baden-Baden, i Coach andavano per assistervi. Un modo sportivo e lussuoso di prender parte allo spettacolo delle corse, dall’ alto di una tribuna esclusiva, vicino alla pista, il posto migliore per vedere ed essere visti.


Nel 2018, dopo quasi un secolo di assenza, il grande collezionista tedesco Heinz Scheidel, riuniva quattro coach per un’uscita alle corse. Il suo desiderio di ricreare l’atmosfera sportiva dei tempi passati e rinnovare l’antica tradizione, è diventato realtà. Nel 2019, infatti, a questo appuntamento si sono presentate sette carrozze provenienti da Paesi Bassi, Belgio, Svizzera e Germania.


Tre guidatori americani, John White, John Hunt e Harvey Waller sono venuti a dare una mano. Un evento orchestrato da Heinz Scheidel non può che essere perfetto, puntuale, rispettoso della tradizione e svolgersi in un ambiente eccezionale, con visite alle grandi tenute della zona. Guidatori, passeggeri e groom, tutti vestiti esattamente come vuole la tradizione, si godono un sabato soleggiato sulle strade e lungo i sentieri della campagna di Baden-Baden, la città termale numero uno della Germania, collocata nella Foresta Nera.


Una tradizione del Coaching, immutabile, è il’elegante e goloso Pic Nic, un momento in cui socializzare e condividere. Lo sfondo è fornito dai secolari giardini ombrosi di un’incantevole dimora barocca di caccia e di piacere, il Favorite Castle, costruito tra il 1710 e il 1727 per la giovane marchesa Sibylla Augusta von Baden-Baden.


I Coach ci riportano indietro al tempo agli splendori e all’eleganza di feste, caccie e concerti divertenti. Questo incantevole castello, chiamato anche “palazzo di porcellana”, contiene la più grande collezione di porcellane Meissen del mondo. Gli ospiti del Pic Nic vengono accolti con insalate fresche, pasticceria, chau froid, torta e gelato serviti in fini porcellane e coppe di cristallo per lo champagne.


La domenica ha visto, poi, i Coach e Park Drag entrare nel campo delle corse di Iffezheim, ammirati al loro passaggio davanti alle tribune. Poi i cavalli sono stati staccati e portati nelle scuderie; le carrozze si sono allineate presso barriera della pista. Una tribuna privilegiata per assistere alle gare con i cavalli che sfrecciano ai tuoi piedi.


È nata una nuova tradizione, il pubblico è estatico, i guidatori sono così felici, gli ospiti si sentono coccolati e l’organizzatore, Heinz Scheidel, ha segnato in grassetto la “grande settimana” delle gare di Iffezheim nel suo diario di bordo per il 2020.

Redazione


Fonte: Gruppo Italiano Attacchi

Commenti

ATTACCHI: leggi anche...