Nord Piave

Al via lo Storico Carnevale di Ivrea.

Con la Presentazione dei cinquantuno Carri da Getto, che parteciperanno alla Battaglia delle Arance, domenica 8 febbraio ha preso il via ufficialmente il Carnevale di Ivrea 2015.

carnevale-ivrea(3).jpg carnevale-ivrea2.jpg carnevale-ivrea3.jpg

Domenica 8 febbraio in una mattinata, avvolta inizialmente da una nebbia decisamente fredda, ma fortunatamente riscaldata dal successivo apparire del sole, si sono presentati davanti al palco dello Speaker Dott. Aldo Bessero i 51 "Carri da Getto" in rappresentanza delle altrettante Compagnie, che da tempo sono in fervida attività per preparare Carri, Cavalli e Finimenti e quanto altro necessario per partecipare a questo Straordinario evento, unico e solo di questo tipo, che attira su di sé l’attenzione del mondo intero.

 

Il Cosiddetto “Carnevale della Battaglia delle Arance” è infatti la più inusuale e spettacolare manifestazione che si possa ammirare sulla terra, con migliaia di attori, tra uomini e cavalli, che si danno battaglia con una inconsueta arma: l’arancia.

 

L'inizio della manifestzione è stato spettacolare, come sempre, eclatante, con le folle ad ammirare i carri dai mille colori, le meravigliose toelettature dei cavalli, i fantasiosi abbigliamenti degli equipaggi, i lucidissimi finimenti dell’attacco, il tutto in nuvole di coriandoli, che saranno sostituiti domenica 15 Febbraio dalle tonnellate di arance, che attraverseranno l’aere tra i contendenti a bordo dei carri e quelli che li circonderanno a terra. Chi già può, ma anche chi non potrebbe, trovi il tempo, per andare a Ivrea per poter assistere ad uno spettacolo che mai avrebbe immaginato che esistesse e che si potesse vedere.

 

Di fronte a questo evento, il Gruppo Italiano Attacchi non poteva mancare fin dall’inizio e per dimostrare la riconoscenza per quanto avviene in questa città a sostegno degli Attacchi, ha omaggiato di un Gadget ogni Carro da Getto. Pari omaggio è stato dato ai due veterani del Carnevale di Ivrea, Domenico Moia e Gianni Gianotti, oltre che ad un rappresentante della Fondazione dello Storico Carnevale di ivrea, Massimo Capadura. Un modesto gesto che vuole anche essere di ammirazione per chi si impegna al di là di ogni immaginazione per tenere vivo questo straordinario mondo del cavallo attaccato.

Fonte: www.gruppoitalianoattacchi.it

Commenti

EVENTI: leggi anche...