EcoPlus

Acqua o non acqua, questo è il problema… un viaggio nell'orecchio degli animali

Le orecchie dei nostri amici a 4 zampe sono molto importanti e devono di conseguenza essere ben tutelate. Perchè non utilizzare i prodotti naturali di Union BIO?

cane-unionbio-1.jpg otomucoplus-2.jpg

Un po’ di anatomia…
L’orecchio degli animali è suddivisibile in 3 porzioni, così come per l’uomo: orecchio interno, medio ed esterno.

Quello con cui abbiamo uno stretto contatto e che riusciamo a vedere abbastanza bene, è l’orecchio esterno, composto a sua volta dal padiglione e dal canale, che termina nella membrana timpanica.

A cosa serve l’orecchio?
L’orecchio, oltre ad essere l’organo fondamentale per la percezione del suono, è anche deputato a mantenere l’equilibrio, percependo infatti la posizione del capo, l’orecchio permette a noi e ai nostri animali di mantenere una postura adeguata.

Come mi accorgo se l’orecchio è in salute?
Un orecchio sano è un orecchio con una pelle chiara (ad eccezione di animali con pelle pigmentata), che non presenta eccesso di materiale al suo interno e il cui odore è relativamente neutrale.

Alterazioni di colore (pelle molto rossa, biancastra o nera), del suo contenuto (presenza di materiale scuro o chiaro in eccesso), o dell’odore (odore dolciastro, ma anche odore nauseabondo riconducibile ad un’infezione purulenta), indicano una cattiva salute dell’orecchio e necessitano, di conseguenza, di una visita urgente dal medico veterinario di fiducia.

Come posso mantenere in salute l’orecchio di cani e gatti?
L’orecchio degli animali è fondamentale e di conseguenza deve essere gestito in modo appropriato!

Essendo il canale uditivo abbastanza profondo, si sconsigliano prodotti solo a base acquosa, poiché, in un canale così lungo e col calore corporeo, quest’acqua male asciugata, potrebbe indurre lo sviluppo di un ambiente caldo-umido ideale allo sviluppo di lieviti come la malassezia.

Sono sconsigliati, salvo prescrizione medica, anche i prodotti contenenti disinfettanti molto forti, che, a lungo andare, potrebbero irritare eccessivamente la pelle privandola del suo film lipidico superficiale protettivo, permettendo lo sviluppo di infezioni secondarie.

Rimangono per cui prodotti oleosi o in emulsione, meglio se naturali, che rappresentano la scelta migliore per effettuare pulizie periodiche delle orecchie, poiché provocano meno umidità e facilitano la rimozione del cerume.

Come si pulisce l’orecchio?
L’orecchio va pulito solo se sporco, non è necessario effettuare pulizie giornaliere, soprattutto in assenza di sporcizia e con prodotti chimici e acquosi.

Nel caso di prodotti oleosi e in emulsione acqua-olio, solitamente bastano alcune gocce di prodotto, un leggero massaggio e una pulizia accurata con una garzina per ottenere l’effetto desiderato.

Il consiglio di Union B.I.O: OTOMUCOPLUS

Otomucoplus è una lozione naturale contenete la Matrice UB, un potenziatore naturale, che, insieme a dei principi attivi vegetali, ci aiuta a detergere l’orecchio del nostro amico animale in modo facile e sicuro.

Basta applicare alcune gocce di prodotto nell’orecchio, massaggiare, attendere alcuni minuti, ed asciugare l’eventuale eccesso con l’ausilio di una garza.

Gli oli essenziali contenuti al suo interno vantano proprietà antibatteriche, antimicotiche ed antiacaro, oltre a svolgere attività antinfiammatoria ed antidolorifica.

Tra gli oli più importanti ricordiamo il Tea Tree e l’olio di neem, in prima linea contro funghi e acari!

> Acquista Otomucoplus di UNON BIO su www.nonsolocavallo.it

Redazione
Fonte: UNION BIO

Commenti

INFO AZIENDE: leggi anche...