Nord Piave

Lo sapevate che...l'orso polare è a rischio estinzione?

Le principali cause della scomparsa di questa specie sono il surriscaldamento globale e le sostanze chimiche altamente tossiche.

OrsoPolare-1.jpg

L'orso polare bianco è al vertice della catena alimentare dell'ambiente artico e non teme rivali, ma il suo più grande nemico e pericolo è l'uomo.

A causa del surriscaldamento globale, i ghiacciai si stanno sciogliendo a ritmi sempre maggiori, andando così a distruggere l'habitat naturale, il chè si riflette negativamente su tutto l'ecosistema artico.

Ma sull'orso bianco incombe un'altra minaccia: i Pop, ovvero delle sostanze chimiche altamente tossiche e resistenti alla decomposizione nel tempo che tendono a spostarsi verso le zone fredde e accumularsi nei ghiacciai di montagna.

Non sono particolarmente nocive per le altre specie artiche come pesci e foche, ma lo sono assolutamente per gli orsi, soprattutto i cuccioli che ancora si nutrono del latte materno. I Pop, infatti, vanno ad agire sul sistema nervoso, endocrino, immunitario, riproduttivo.

Negli orsi la concentrazione di Pop è 1000 volte superiore al grado di rischio per l'uomo.

La giornata internazionale dell'orso polare, il 27 febbraio, ha come scopo quello di sensibilizzare l'opinione pubblica riguardo il forte rischio che corre questa specie: si stima che fra 35 anni il numero degli orsi polari si ridurrà di 1/3 e che possa estinguersi entro la fine del secolo.

Redazione

Commenti

ANIMALI: leggi anche...