Cover Technology

FISE: LGCT Roma, ottima prova di Marziani in Gran Premio

L'aviere capo, in sella all'inseparabile Tokyo du Soleil, chiude il Gran Premio al quarto posto

_2017/Marziani_tokyo_lgct_grasso.jpg
Marziani tokyo lgct grasso
In una cornice di pubblico senza precedenti il Gran Premio del Longines Global Champions Tour di Roma ha incoronato per il secondo anno consecutivo il britannico Ben Maher su Explosion W (0/0-38"76) al termine di un combattutissimo barrage.
 
Sul podio hanno occupato la seconda e la terza posizione rispettivamente il brasiliano Marlon Módolo Zanotelli con VDL Edgar M (0/0-39"20) e il tedesco Ludger Beerbaum con Cool Feeling (0/0-39"39).
 
Tra i quattro binomi a contendersi il titolo anche il capitolino Luca Marziani (0/12-42"16), beniamino di casa e campione d'Italia in carica con il suo inseparabile Tokyo du Soleil, autore di una prestazione maiuscola nella prima manche.
 
 
 
LA GARA - Allo Stadio dei Marmi "Pietro Mennea", tra luci, colori e grande entusiasmo, 35 binomi hanno regalato grande spettacolo sul tracciato disegnato dallo chef de piste italiano Uliano Vezzani 
 
 
 
Il primo percorso privo di errori è arrivato dal brasiliano Marlon Módolo Zanotelli su VDL Edgar M, a cui ha risposto senza esitazioni Ben Maher che in sella a Explosion W ha portato a termine la prima manche senza errori.
 
Il pubblico ha assistito entusiasta ai cavalieri che si sono avvicendati sul campo. Con l’olimpionico Ludger Beerbaum è arrivato il terzo netto e conseguente pass per il barrage, ma è con l’impresa dell’aviere capo Luca Marziani e Tokyo du Soleil che il pubblico è andato letteralmente in visibilio. 
 
 
 
Il “verde-oro” Zanotelli nel tempo di 39”20 si assicura un percorso netto che gli vale la piazza d’onore.
 
Non smentisce le aspettative e il britannico Ben Maher va a riprendersi la vetta del ranking generale del Longines Global Champions Tour.
 
Maher con un netto e il tempo di 38”76, si conferma per la seconda volta consecutiva “Re di Roma”.
 
 
 
Il cronometro si arresta a 39”39 per la leggenda del salto ostacoli tedesco Beerbaum che conquista così la terza piazza del Grand Prix e lascia il terreno di gara all'aviere capo Luca Marziani.
 
Il campione d'Italia in carica gioca le sue carte prendendosi qualche rischio.
 
Fatale un errore sul salto numero 4, che compromettendo il jump-off dell’azzurro, chiude con 12 penalità la sua gara. Nella top ten della gara, al nono posto con un errore al percorso base, anche il caporal maggiore Alberto Zorzi in sella a Ulane de Coquerie.
 
 
 
L’amarezza di Marziani viene colmata dal sostegno del pubblico: “Entrare per ultimo – ha detto l’aviere capo - era un vantaggio, anche se relativo perché dovevo rischiare il tutto per tutto.
 
Lo sanno tutti che la qualità migliore di Tokyo non è la velocità.
 
Dovevo rischiare il tutto per tutto, dovevo impostare bene la gara: la prima, la seconda e anche la terza girata sono andate bene, purtroppo c’è stata quella ‘frenatina’ nel quarto trasferimento al quarto salto del barrage e la gara è finita lì.
 
Non recrimino nulla, stavolta è andata così, la prossima volta avremo qualche posizione in più da scalare e ce la metteremo tutta.
 
Comunque grande cavallo, grande atmosfera, un grazie particolare al pubblico che è stato stupendo e ha fatto sentire tutto il suo calore.
 
Bellissimo partecipare qui con Tokyo du Soleil, mi sono divertito, emozionato e sono soddisfatto”, ha concluso Marziani.
 
 
 
DICHIARAZIONI - Al termine della giornata di gare, i protagonisti del Gran Premio si sono ritrovati nella sala conferenze allestita per l'evento.
 
L’ideatore e fondatore del Longines Global Champions Tour, Jan Tops: “Roma è speciale, soprattutto questa location dello Stadio dei Marmi conosciuta in tutto il mondo.
 
Amiamo Roma per il clima, la storia e siamo qui da cinque anni, perché alla gente piace venire in questa città.
 
Era un percorso difficile che fino all’ultimo non ci ha fatto capire chi avrebbe potuto vincere.
 
Faremo ancora grandi cose a Roma, ci piace soprattutto il calore e l’entusiasmo del pubblico, specialmente quando fa il tifo per gli azzurri.
 
Tutto il mondo sta guardando le ultime tappe del Global, il circuito è stato entusiasmante, il livello è altissimo”.
 
Sull’ultima gara del Gran Premio individuale, Tops aggiunge: “Mi piace il barrage con pochi cavalli perché resta il meglio del meglio.
 
Sono cavalieri precisi e spettacolari.
 
Ben Maher è nuovamente in vetta alla classifica, quindi fino alla fine non sappiamo chi vincerà.
 
I cavalieri con la possibilità di andare a Praga lottano di più per vincere.
 
Questa settimana si è qualificato Zanotelli dato che Ben Maher era già qualificato”.
 
Presente al tavolo anche l’Assessore allo Sport di Roma Capitale, Daniele Frongia: “è stata una grande sfida che Roma ha vinto, un grande evento internazionale che rende fieri”. 
 
 
 
L'olimpionico Ben Maher prende la parola: “Roma mi porta fortuna, Esxplosion W è in forma e sono felice di essere sul gradino più alto del podio.
 
La vittoria è dovuta alla bravura del mio cavallo, che oggi mi ha aiutato molto.
 
È uno sport difficile può accadere qualunque cosa fino all’ultimo.
 
Non ho corso grossi rischi oggi, ma il cavallo è veloce e sono felice che dietro di me c’erano anche cavalieri italiani, che sono velocissimi.
 
A St. Tropez porto un altro cavallo, Explosion va in vacanza per due settimane.
 
Cerchiamo di fare il meglio per i nostri sponsor, vincendo quanto possibile”. 
 
 
 
Marlon Modolo Zanotelli: “Sono felice di essere sul podio, con queste due star dello sport. Ludger mi ha aiutato a Doha e sono felice di aver potuto partecipare qui”. 
 
 
 
Ludger Beerbaum: “Sono contento di come ha saltato il mio cavallo e soddisfatto del terzo posto. Realisticamente, Ben è velocissimo ed essere solo a pochi centesimi di secondi dietro di lui è stato più di quanto mi aspettassi”. 
 
 
 
 
 
(Nella foto © Stefano Grasso/LGCT: Luca Marziani su Tokyo du Soleil al Foro Italico)

Redazione

Fonte: FISE Federazione Italiana Sport Equestri

Commenti

SALTO OSTACOLI: leggi anche...

INSTAGRAM TAKİPÇİ SATIN AL UCUZ twitter TAKIPCI AL elektronik sigara likit