Nord Piave

Arezzo Equestrian Centre: grandi preparativi per l'appuntamento più atteso del calendario 2014.

Dal 18 al 21 settembre va in scena la seconda edizione
dello CSIO di San Marino - Arezzo.

csio-san-marino-setembre.jpg

Cresce l’attesa per l’ultimo appuntamento della ‘Furusiyya FEI Nations Cup™ series 2014’. La tappa decisiva prima della finale è infatti ancora lo CSIO di San Marino-Arezzo in programma dal 18 al 21 settembre.

 

A ospitare l’evento sarà, come lo scorso anno, l’Arezzo Equestrian Centre, impianto che per la sua straordinaria attività, è da tempo uno degli ‘showground’ di riferimento a livello internazionale.

 

I ‘big’ del jumping internazionale anche nel 2014 tornano, quindi, a gareggiare in Italia in uno CSIO, e questo grazie all’accordo raggiunto lo scorso anno tra l’Arezzo Equestrian Centre e la Federazione Ippica Sammarinese sul quale la Federazione Italiana Sport Equestri si è espressa favorevolmente.

 

Per gli CSIO, infatti, la FEI prevede l’assegnazione di un solo concorso per ciascun paese così che quello di San Marino è il secondo, dopo quello di Roma-Piazza di Siena, che si disputa sul territorio italiano.

 

Non si tratta però di una ‘novità’, già negli anni '90 le prime edizioni dello CSIO di San Marino furono promosse dal Maestro a Modena con il Pavarotti International per un legame che continua con il patrocinio, anche a questa edizione del concorso, della Fondazione Pavarotti. Dodici Team.

 

Al momento sono ben 12 i team iscritti al concorso ippico: Italia, Croazia, Danimarca, Finlandia, Grecia, Polonia, Slovenia, Turchia (in gara per i punti della Furusiyya FEI Nations Cup™), oltre a Irlanda, Svezia, Svizzera e Brasile vincitore lo scorso anno della prima Coppa delle Nazioni dello CSIO di San Marino-Arezzo.

 

E sono stati proprio i colori verde-oro a dominare la prima edizione, segnando una ‘doppietta’ fenomenale: Coppa delle Nazioni con la squadra e Gran Premio con Rodrigo Pessoa e Citizenguard Cadjanine Z. Il Brasile, come ha detto il suo tecnico Jean Maurice Bonneau torna ad Arezzo con l’idea di rimettere in palio la Coppa vinta nel 2013, ma dovrà darsi molto da fare per difenderla, visto il valore degli avversari.

 

Quest’anno, infatti, l’alto livello tecnico del concorso ippico sarà ulteriormente arricchito, non solo dalla presenza di alcuni dei più importanti binomi del panorama internazionale, ma anche di alcuni dei cavalieri e dei cavalli protagonisti recenti dei World Equestrian Games della Normandia.

Coppa delle Nazioni, Gran Premio e Derby. Ricco il palinsesto sportivo dell’evento. Non ci sarà, infatti, solo l’attesa Coppa delle Nazioni (venerdì 19 settembre) a catalizzare l’interesse generale degli appassionati. Il programma dello CSIO di San Marino-Arezzo prevede, infatti, molte altre importanti, tutte da seguire con attenzione. Tra queste il prestigioso Gran Premio San Marino-Arezzo di domenica 21 settembre, giornata conclusiva del concorso. Di grande coinvolgimento per gli appassionati sarà anche la giornata di sabato 20 settembre con due gare avvincenti e tecnicamente valide.

 

La prima è il Piccolo Gran Premio seguito dallo spettacolare Derby, prova questa che si svolge su un percorso composto da ostacoli fissi, tipici del concorso ippico, ed altri naturali, come il fosso ferrarese, il talus e il laghetto. Il Derby sarà aperto sia ai partecipanti allo CSIO che ai concorrenti in gara nel CSI2* Equestrian Style che si svolgerà in contemporanea. Il Derby di Arezzo sarà inoltre ‘gemellato’ con quello in programma una settimana dopo (25-28 settembre) nel CSI3* di La Bagnaia con in palio un super premio riservato ai migliori piazzati in entrambe le gare.

 

Ma fin dalla giornata di apertura di giovedì 18 settembre, l’equitazione di alto livello sarà però la protagonista all’Arezzo Equestrian Centre, per quattro giornate di sport, agonismo e spettacolo di alto livello da non perdere assolutamente. Una stagione al ‘top’. Anche per il 2014 l’Arezzo Equestrian Centre si è confermato come una delle più strutture agonistiche più prestigiose a livello europeo. Moltissimi, infatti, sono stati i ‘top event’ organizzati dall’AEC fin dal 1999, quando è stato fondato da Ita Marzotto.

 

Particolarmente intensa, inoltre, è stata l’attività a partire dal 2010, da quando cioè la gestione dell’impianto è passata alla Holmo Management, società guidata da Riccardo Boricchi e Carlo Bernardini, che insieme al Club Ippico Aretino diretto da Bruno Quadrelli, ha pianificato un ampio progetto di rilancio e rinnovamento della struttura. Solo per elencare i più importanti, nella stagione in corso l’Arezzo Equestrian Centre è stata teatro del Toscana Tour, fiore all’occhiello dell’impianto, di due CSIO giovanili (uno organizzato per l’Italia e uno per San Marino), dei Campionati Europei Junior e Young Riders di Dressage e dei Campionati Europei Children, Junior e Young Riders di Salto Ostacoli. Ora l’appuntamento è con lo CSIO di San Marino-Arezzo, tappa decisiva della ‘Furusiyya FEI Nations Cup™ series 2014’.

Giovanni Origgi

Commenti

EVENTI: leggi anche...