Ecoplus

Un imbattibile Boyd Exell si riconferma Campione del Mondo di Tiro a 4 a Riesenbeck.

Entusiasmanti i Campionati del Mondo di Tiro a 4 appena conclusi a Riesenbeck in Germania.



exell.jpg CIMG2381.JPG CIMG2539.JPG

 Presenti 19 Nazioni, 50 concorrenti e 250 cavalli. L’Italia rappresentata da Carlo Mascheroni.

 

L’australiano Boyd Exell, già campione del mondo di Tiro a 4 nel 2010 ai Weg in Kentucky, ha  confermato il suo primato  con il successo a Riesenbeck, guadagnandosi l’ oro individuale dopo aver chiuso con ottimi punteggi tutte e tre le prove del Campionato.

 

Chester Weber (USA) si aggiudica l'argento, mentre la medaglia di bronzo è per olandese, quattro volte campione del mondo, IJsbrand Chardon.

 

L’Olanda  ha vinto la medaglia d'oro per le squadre, davanti alla Germania, nazione ospitante, in argento, infine la medaglia di bronzo è andata agli Stati Uniti.


Già da Giovedì Chester Weber si collocava al primo posto in dressage con una superba prova superando di un soffio  Exell, a soli 0,38 punti di penalità dietro di lui: due test superlativi che hanno emozionato il pubblico.

 

Theo Timmerman guadagnava quasi inaspettatamente il terzo posto proprio nel percorso di chiusura della prima prova Venerdì pomeriggio.

 

Sabato giornata di maratona: migliaia di persone a seguire e ad incitare i concorrenti che si misuravano su con percorso disegnata da H. Kaufmann (GER), che presentava 8 ostacoli che richiedevano tecnica, velocità, resistenza.
 

Tomas Eriksson (SWE) la spuntava con il suo team, mentre Boyd Exell con una bellissima prova  al termine della seconda giornata, prendeva il comando della Classifica Provvisoria distanziando Chester Weber di ben 11 punti.

 

Georg von Stein (GER) si posizionava al terzo posto, a soli 1,35 punti da Weber, seguito da Ijsbrand Chardon dietro solo di 0,81 punti dall’americano e già si poteva immaginare un duello serrato alle spalle di Exell nella gara Coni determinante per le medaglie.


H. Kaufmann, per la terza prova  disegnava  un percorso ad ostacoli mobili davvero complesso che necessitava di una  capacità di guida molto precisa e i soli 2 percorsi netti dello svizzero Ulrich e dell’ungherese Dobrovitz dimostrano la grande abilità di guida richiesta.


 

I margini molto stretti e la difficoltà della prova  hanno reso molto eccitante la competizione ed infatti le sorprese ci sono state tanto che Chardon, che partiva in quarta posizione, riusciva a scalzare il tedesco Georg von Stein, precipitato  all'ottavo posto e a guadagnarsi il bronzo.

 

Il pomeriggio della Domenica regalava poi la grande ed emozionante Kermesse delle premiazioni per un pubblico davvero soddisfatto.

Grande sport, grande spettacolo, perfetta organizzazione ed un folto pubblico nelle 4 Giornate caratterizzate anche da un bellissimo sole estivo.   

 

 
 


 

Gruppo Italiano attacchi
Fonte: www.gruppoitalianoattacchi.it

Commenti

ATTACCHI: leggi anche...